lunedì 10 novembre 2014

Il Bollodromo #5: Lucca Comics 2014

E’ passata una settimana dal mio soggiorno a Lucca, una tre giorni che mi ha tenuta impegnata dal 30 ottobre al 1 novembre, un’esperienza che ho voluto fare con tutta me stessa per un sacco di motivi, innanzitutto per mettermi alla prova (per la prima volta ho fatto un viaggio in solitaria, con tutti i pro e i contro) e poi perché i miei amici ormai si erano rotti le scatole di assecondarmi per un giorno, figuriamoci per TRE! Ma quindi, chiederete voi, com’è andata la trasferta lucchese? A parte il delirio di gente che mi ha portata ad invocare attacchi terroristici di ogni genere direi molto bene, sono riuscita a fare quasi tutto quello che mi ero ripromessa e anche a girare Pisa, dove avevo casa base. Ah, per la cronaca, doveste mai pensare di andare al Lucca Comics per più di un giorno vi consiglio di prendere una stanza al B&B The Sun Flower a Pisa: 5/10 minuti (dipende dal passo!) dalla stazione Centrale, zona tranquilla, a un tiro di schioppo dall’ottima pizzeria La Paradisea, colazione abbondante, bagni in comune talmente puliti che ci si potrebbe mangiare, padrona molto gentile e simpatica e, soprattutto, in treno ci vogliono appena 20 minuti per arrivare a Lucca. Che volete di più? Ma ora bando alle ciance e passiamo al breve resoconto di questi tre giorni intensi, con tanto di foto... ENJOY!

Giorno 1:
Il primo giorno si è aperto così.


Le prime persone che ho incontrato a Lucca sono state Jean Jacques e la sua simpaticissima morosa. C'è da dire che quest'uomo è Occhio di falco in disguise, ché io non riconosco neppure gente che ho visto tremila volte, figuriamoci una persona che ho visto solo in foto! Grandissimo inizio di giornata, comunque!
Dopo l'incontro fortuito sono corsa allo stand Rizzoli, dove Bryan Lee O'Malley firmava copie del suo ultimo lavoro, Seconds, e non solo: io infatti mi ero portata dietro anche una bella copia inglese di Scott Pilgrim (che ha causato non poco scompiglio tra gli appassionati, convinti che io avessi tra le mani una nuovissima copia italiana...) e mi sono fatta autografare entrambi i volumi, OLE'!






Incurante di una borsa dal peso specifico di una tonnellata, sono anche passata dallo stand Salda Press per acquistare Le ragazzine stanno perdendo il controllo. La gente le teme. La fine è azzurra di Ratigher, un volume autoprodotto di cui avevo sentito parlare benissimo. Il gentilissimo commesso mi ha consigliato di tornare alle 17 per farmelo autografare e così ho fatto, godendomi lo spettacolo di un Autore in grado di creare un'immagine vivissima con due semplicissimi tratti neri e un paio di colori. Grande, non vedo l'ora di leggere Le ragazzine!



Il resto della giornata l'ho passato fotografando i vari cosplayer e visitando la nuovissima (e affollatissima) Japan Town dove ho scialacquato lo stipendio dietro ai gadget di Sailor Moon e un paio di oggettini fatti a mano (portacellulare di Le Chat Noir Cutisserie e una tazza in ceramica di Totoro), segnandomi ovviamente un altro paio di altre cose da acquistare nei giorni seguenti.

  
Giorno 2:
Giorno della Zombie Walk!! Armata di camicia sporca e bucata e calze straccionate passo prima dallo stand della Infinite Statue ad adottare un Piccettino e poi di corsa nel Baluardo San Donato, sede della Umbrella Corporation, punto di partenza della Zombie Walk, dove una bravissima truccatrice mi ha trasformata in questo modo!


In codesta spaventevole guisa ho vagato per Lucca, provando per la prima volta l'emozione di venire fermata, fotografata, molestata e schifata (mi spiace per la bimba che ho spaventato al bar!) dai passanti. Sempre in codesta spaventevole guisa mi sono messa in fila per farmi firmare A come ignoranza dal bellissimo, simpaticissimo e folle Daw che mi ha anche omaggiata di uno Sbranzo. No bla bla. Disegno (Poiché detengo il dottorato)


Nell'attesa della Zombie Walk mi sono poi avventurata nell'area Games per un saluto alla dolcissima Aislinn con l'inseparabile Luca Tarenzi, ai ragazzi di Caos e per ammirare Immanuel Casto in tutta la sua Squillosa beltade (una coda e tanti di quei bodyguard che neanche per George Clooney, che esagerazione!); nel frattempo ho comprato anche la scatola base di Munchkins, un gioco che puntavo da un po'. Sarà bello? Sarà brutto? Mah! Lo scopriremo solo vivendo!


Ore 16: spettacolo all'Umbrella Corporation e inizio Zombie Walk! Più che una walk è stata una run (non tutti concepivano l'idea di camminare lenti ma oh, esistono anche zombie veloci!) ma l'idea di inframezzare alla parata delle scenette in cui gli zombie attaccavano i sopravvissuti è stata geniale e mi sono divertita un casino! Menzione d'onore al gruppo di morti viventi truccati da nazisti, monaci e quant'altro, a dir poco perfetti. Inutile dire che sono tornata a Pisa senza togliere il trucco, per la gioia di turisti e passeggeri sul treno.

  
Giorno 3:
Ovvero, la sfida a Zerocalcare e alla folla oceanica del sabato. Dopo un viaggio da incubo in treno, assimilabile per quantità e qualità dell'aria a quella che respiravano gli ebrei nelle camere a gas, con Dimentica il mio nome in saccoccia arrivo alle 9.30 davanti allo stand Bao, dove il tizio mi dice "La fila per Zerocalcare è già chiusa" "Anche per la sessione delle 15?" "SI" O_O. Ora, i "cancelli" a Lucca aprivano alle 9, Zerocalcare firmava alle 11, ammetterete che ho fatto il possibile ma evidentemente non è bastato. Ho urlato "ZERO!" al povero Zerocalcare appena giunto e gli ho stretto la mano, un gesto che, è bene specificare, non è stato quello di una fangirl davanti ad un suo idolo, ma quello di una guerriera che accetta la supremazia del più forte e giura solennemente di non provare MAI PIU' ad ottenere un disegnetto. Ecchecca', uno deve anche sopravvivere. Stacce.


E a proposito di sopravvivere, per superare il diludendo sono andata a fare brunch alla Japan Town così da evitare code devastanti: Curry Rice e Tsukune, il primo ottimo, le seconde troppo dolcine per i miei gusti ma comunque buone. Dopo il brunch luculliano ho fatto gli ultimi acquisti nipponici (orecchini di Totoro e t-shirt della Milkshop) e mi sono recata con tranquillità allo stand Rizzoli, dove Aislinn è stata così carina da firmarmi la copia di Angelize II aggiungendo una dedica che mi ha commossa! Grazie ancora!!!


Non paga della Zombie Walk, prima di dedicarmi ad attività più statiche mi sono aggregata alla Walking Cage. Non posso spiegarvi la genialità di quest'idea nata per scherzo su Facebook, spero che la foto basti a farvi capire.


Sabato sono anche riuscita ad andare a vedere le interessanti mostre su Silver, The Walking Dead, Dylan Dog e Gabriele Dell'Otto, le cui meravigliose tavole mi hanno lasciata letteralmente a bocca aperta.


Per evitare la folla poi, via con le attività "culturali": prima sono andata a vedere Rocco Siffredi che presentava il gioco Orgasmo (acquisto obbligato per eventuale foto e autografo, 20 euro, ma per favore!!! XD) e mi sono fatta delle grasse risate con la sua Rocchitudine, quindi con tutta tranquillità sono andata alla presentazione di Atomico, dove il Doc Manhattan e un sacco di validissimi collaboratori parlavano del nuovo progetto descritto QUI. Avrei voluto palesarmi come Antrista ma, che volete, l'innata timidezza me l'ha impedito quindi mi sono limitata a fare un gesto del minollo non vista e ad augurare ogni bene a Doc & Co.. Avrei anche dovuto andare alla prima di Vittima degli eventi ma il Signuruzzu ci ha messo la mano e qualcosa mi ha detto di recarmi prontamente in stazione senza aspettare le 21 perché avrei rischiato altrimenti di rimanere a Lucca e dormir per strada vista la marea di gente che ha letteralmente bloccato la stazione!!


E con questo si conclude il resoconto della fiera, un'esperienza decisamente positiva! Tre giorni a Lucca, per una non addetta ai lavori, sono decisamente troppi e ora l'ho capito ma l'anno prossimo sicuramente uno o due... chissà! Intanto vi lascio con le foto degli acquisti! ENJOY!!

Robe cartacee...
Gadget...
Dettaglio orecchini totorosi...
E per finire Piccettino vi saluta!!



25 commenti:

  1. Hai comprato degli orecchini totorosi ????? Allucinante!

    RispondiElimina
  2. Trucco da zombie stramega figo.

    RispondiElimina
  3. In quei giorni ho seguito il tuo Lucca Games tramite Facebook.
    Al prossimo ci faremo una foto insieme... sperando di poterci essere :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro spero di poterci essere io :) Sarebbe un onore!!

      Elimina
  4. Che invidia! Anche io avrei voluto tanto esserci ma quest'anno non ce la potevo fare con il lavoro (il mio e quella della Dolce Metà, per non farci mancare nulla - lui non è un fan delle fiere ma me lo trascino sempre dietro ;-P)!
    Quanti begli acquisti, e quanti eventi :D

    Io di solito faccio due giorni con biglietto e uno senza (per fotografare cosplayer e amenità senza l'ansia del "ommiodio sto sprecando i soldi del biglietto"!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, io l'anno prossimo proverò con la mia dolce metà, che pure lui in quanto a odio verso le folle non scherza. Magari farò anche io come te, un giorno col biglietto e uno senza... quest'anno ho preso tre biglietti, non per altro ma perché conoscendomi sono piena di ripensamenti ed entro ed esco dagli stand indiscriminatamente XD

      Elimina
  5. Consiglio vivamente Munchkins Fu, da moriri dal ridere per carte e possibilita'. Io mi ci drogo da due anni nei momenti di disimpegno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo segno! Io ovviamente puntavo Ctuhlu però mi hanno consigliato di cominciare con Munchkins normale...

      Elimina
    2. I set sono combinabili (ci puoi giocare mischiando i mazzi indiscriminatamente- il regolamento speciale lo si scarica dal sito). Il set base ha l'unica pecca di essere molto infantile perche' il target originario era per bimbi...Poi si sono accorti che ci giocavano i 20-30 enni e hanno cominciato a tirare fuori i set a tema.

      Elimina
    3. Allora se comincio a giocare e mi piace mi butto sui mazzi a tema e mischio!! Grazie delle info!

      Elimina
  6. AAAH! Avrei tremila commenti! In ordine sparso:
    - Piccettino *___*
    - Sappi che ti ho invidiato tantissimo il trucco zombie. Prima o poi dovrò farlo!
    - Dolcissima? Dove ho sbagliato? XDDD Il mio travestimento gggoticotenebrosostregonescomalvagio non riesce mai, oh...
    - :-* :-* :-* ^___^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piccettino è meraviglioso e quelli della Infinite Statues sono stati gentilissimi, davvero :)
      E tu nonostante il look tenebroso ispiri una dolcezza infinita, fattene una ragione :P

      Elimina
  7. Ma che figata!! Tutto.
    Per non parlare del tuo momento zombie. Non posso credere che tu sia andata in giro barcollante e facendo gli agguati alla gente..... Ricordo una terrorizzante esperienza in merito.... :D
    Sono contenta che la tua trasferta lucchese abbia fruttato.
    Per quanto mi rguarda, Il lato posistivo, se positivo si può chiamare, è che non ho speso osldi: in Japan Town non so quanto sarei riuscita a trattenermi... Gasp! O-ò

    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah sono andata barcollando solo in mezzo alla Zombie Walk, al di fuori dell'orario ero molto più "normale" ma sempre truccata così!
      E dai Enzina che l'anno prossimo ci rifacciamo, la Japan Town devi vederla!!

      Elimina
  8. Wow, la mia foto è la prima di tutte XD
    Che belle foto, comunque! Felice che la fiera di sia piaciuta - anche se tre giorni sarebbero troppi anche per me, credo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, tre giorni per i non addetti sono eccessivi... ma una volta nella vita dovevo farlo!! :D

      Elimina
    2. Più che altro mi inquietano le fissazioni femminili su Totoro. Tutte le ragazze sembrano amarlo O.o

      Elimina
    3. E perché non dovremmo amarlo? E' meraviglioso!! :D

      Elimina
  9. ebbrava bollicina, mi fa piacere che ci sei andata, ti sei divertita? Giuro che se ti beccavo truccata in quel mondo mi prendeva un culpo a me hahaha xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah eppure chi mi ha vista non ha battuto ciglio :P Divertita un sacco, è un'esperienza che consiglio!!

      Elimina
  10. Risposte
    1. L'anno prossimo considera l'idea di una sortita a Lucca! :)

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...