mercoledì 10 dicembre 2014

Crossposting - My Little Pony: Equestria Girls - Rainbow Rocks (2014)

Mirabilia! Glitter! Ponies!! Tornano i Crossposting "equestri" con Prevalentemente Anime e Manga! Oggi si parla del secondo film dedicato alle creature galoppanti della Hasbro, ovvero My Little Pony: Equestria Girls - Rainbow Rocks, diretto dai registi Jayson Thiessen e Ishi Rudell. Il post di Acalia Fenders lo trovate QUI. ENJOY!!


Trama: dopo gli eventi della prima pellicola tutto procede per il meglio a Canterlot High, almeno finché non arrivano le tre sorelle Sirene, esiliate ad Equestria e decise ad utilizzare la magia lasciata da Twilight Sparkle per ripristinare il loro potere. Le amiche umane di Twilight, questa volta aiutate da una Sunset Shimmer desiderosa di riabilitarsi, sono quindi costrette a richiamarla...


Quando io ed Acalia abbiamo saputo che avrebbero girato un seguito di Equestria Girls abbiamo prontamente deciso di immolarci per recensirlo e abbiamo anche cominciato ad utilizzare la parola "abominio" per riferirci al film. Il nostro pregiudizio è però stato fatale ed io ora sono costretta a cospargere il crine di cenere e ad ammettere che Rainbow Rocks è davvero una visione divertente, dieci spanne sopra il suo predecessore. Il motivo è da ricercare fondamentalmente nell'introduzione di un paio di personaggi nuovi che, fortunatamente, eclissano le odiose e stereotipate protagoniste elevando il prodotto dal livello "idiozia" a quello di "valido intrattenimento per le bambine" e, soprattutto, creando una trama un po' più costruttiva anche a livello "morale". Il fulcro di Rainbow Rocks è infatti il personaggio di Sunset Shimmer, malvagia monodimensionale in Equestria Girls e questa volta normalissima ragazza in cerca di riscatto, l'unica in grado di equilibrare le personalità psicopatiche delle protagoniste e ridimensionare la supposta grandiosità di Twilight Sparkle introducendo un problema comune a tutte le bambine ed adolescenti del mondo, ovvero la paura di non riuscire a soddisfare le aspettative degli altri o, ancor peggio, di non riuscire a superare i pregiudizi che le persone nutrono nei nostri confronti. La pacatezza e la profondità di Sunset Shimmer consentono allo spettatore di identificarsi col personaggio e di ridimensionare così tutte le belinate, gli isterismi ed il glitter che erano l'elemento fondamentale di Equestria Girls mentre le tre malvagie Sirene sono il pretesto per trasformare una banale lotta tra bene e male in un musical di tutto rispetto, con poche canzoni ben integrate all'interno della trama, in grado di trafiggere con una punta di nostalgia anche i cuori di noi bambine degli anni '80.


La sfida musicale tra le Mane 6 (ovvero Twilight Sparkle, Rainbow Dash, Pinkie Pie, Rarity, Fluttershy ed Applejack) e le Sirene, infatti, mi ha ricordato tantissimo la rivalità tra le Holograms e le Misfits nel cartone animato di Jem e bisogna dire che le Sirene sono talmente sfacciate, vajasse e litigiose che il paragone non è azzardato: se avessero girato Rainbow Rocks una ventina di anni fa probabilmente sarebbero state tre punkettone spettinate invece che tre fashionissime ragazzette e anche il carrozzone musicale che giunge in soccorso delle protagoniste è molto simile all'aggeggio che usava Energy per trasformare Jerrica e compagnia in Jem e le Holograms... d'altronde, la Hasbro all'epoca distribuiva i pupazzetti di Jem. Bando alle reminescenze vintage però, ché i lettori giovani nemmeno capiranno di cosa sto parlando, e arriviamo alla realizzazione di Rainbow Rocks. A differenza di Equestria Girls mi è parso che il film fosse più curato, a partire dai bellissimi titoli "pop", che riassumono la pellicola precedente, per arrivare ai colori e al character design degli umani, meno caricati (sebbene gli abiti finali delle Rainbooms siano un pugno nell'occhio) e sopportabili. Le trasformazioni delle Pony sono gradevoli, ci sono un sacco di strizzate d'occhio a chi segue la serie e anche al fandom scatenato di personaggi poco visibili ma assai amati (il pegaso strabico Derpy Hooves su tutti) e, ovviamente, le canzoni sono molto orecchiabili e carine. Personalmente, ho amato lo scontro finale, dove le schitarrate metal mi hanno ricordato molto il confronto tra Tenacious D e Satana in Tenacious D in The Pick of Destiny ma anche le altre canzoni sicuramente saranno molto apprezzate dai piccoli spettatori... o forse sono io ad essere parziale verso tutto ciò che è musical!! Insomma, dopo la stroncatura di Equestria Girls mi ritrovo a chiedere scusa in ginocchio a tutti i bronies che dovessero passare a leggere il mio blog: sono sopravvissuta ad Equestria Girls ma sono anche molto contenta di aver dato una seconda chance ai My Little Pony così da poter consigliare la visione natalizia di Rainbow Rocks che, se non erro, è già sbarcato anche sul digitale terrestre italiano (l'importante è che guardiate tutto il film... anche la scena post-credits!)!


Del co-regista Jayson Thiessen ho già parlato QUI.

Ishi Rudell è il co-regista della pellicola. Molto probabilmente canadese, è al suo primo lungometraggio da regista ma come animatore ha già lavorato per film come Giuseppe il re dei sogni, My Little Pony: Equestria Girls e serie come Pucca, My Little Pony e Pound Puppies.


Se Rainbow Rocks vi è piaciuto recuperate l'abominevole My Little Pony: Equestria Girls... ma non dite che non vi avevo avvertito! ENJOY!

23 commenti:

  1. http://www.theblazonedpress.it/website/wp-content/uploads/2014/07/431910_572647106113472_197504626_n.jpg


    http://www.theblazonedpress.it/website/wp-content/uploads/2014/07/Maria-Rubinke_web19.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaah esagerato!! Dai, che un vero cinefilo (anche un po' cinofilo) dev'essere onnivoro!! :P

      Elimina
    2. Sono completamente in disaccordo con la tua affermazione ma mi siedero' dalla parte della ragione perche' tu possa morire nel tentativo di trovare posto. Si insomma: hai capito...

      Elimina
    3. Ahahah sei un grande!!!
      Ok, posso dire che ogni tanto ho desìo di riconciliarmi con la fanciullina (AKA Bimbaminkia) interiore? XD

      Elimina
    4. E chi non li ha? Quando li ho io pero' riguardo Fatal Instinct, Palle in Canna, i Goonies, Una Pallottola Spuntata, tutti i Closeau...

      Elimina
    5. Vabbé ma quelli sono capolavori, dai. :P

      Elimina
  2. Dopo gli scorsi post sono andato a vedere il film.
    Dio mio quanto mi ha fatto incazzare.
    Si voglio essere volgare, mi sono incazzato nero a vederlo. Questo film è tutta una fottuta manovra di marketing per far arrapare i Brony!
    Io non odio i "My Little Pony", anzi questa nuova versione che vive dal 2010 merita di essere considerata un cartoon cult... Ma Equestria Girl è tutto sbagliato!
    E' più educativo un porno che questa roba qui....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma hai visto il primo Equestria Girl o Rainbow Rocks? Il primo Equestria Girl è uno dei più brutti film di sempre! >__<

      Elimina
    2. Il primo... questo non l'ho visto, ma sono davvero stra-ultra-pieno-di-pregiudizio per questo secondo.

      Elimina
    3. Il primo è orridissimo (infatti sia io che Babol abbiamo i bannerini "Ho visto Equestria Girl e sono sopravvissuta!" - Se ne vuoi uno anche tu dimmelo ;-P) e anche io sono partita con duemila pregiudizi su questo, che invece mi ha positivamente stupita!

      Elimina
    4. Quoto ogni insulto del Grande Arbitro verso Equestria Girls che, per rimanere nel filone dei titoli italiani che vanno per la maggiore, avrebbe potuto chiamarsi Il crine del Male.
      MA Rainbow Rocks è carino :D

      Elimina
  3. Concordo al 100% su Sunset Shimmer e trovo che sia la dimostrazione che un po' di caratterizzazione psicologica a qualche personaggio può trasformare anche il sequel di un orrore glitterato in una visione gradevole :D
    Però le Mane 6 sono davvero odiose, sembrano fatte apposta per stare sulle scatole allo spettatore ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come diceva Giobbe Covatta: basta poco, che ce vo'?
      Arriverà anche il terzo, lo so, e dovremo stare in guardia al ritorno in grande stile delle Mane 6!

      Elimina
  4. E come si direbbe a Tarantino: vabbeh che te piace la merda, ma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma questa è merda glitterata! *___*

      Elimina
  5. Tu e Acalia mi avete sorprendentemente incuriosito, mi sa che prima o poi questo film lo vedo...punto soprattutto sulle canzoni, considerando che le storie di MLP o sono svolte in maniera frettolosa, oppure in maniera troppo lenta e non sono mai troppo originali xD
    P.S. : qui ci sono molte fanart delle Mane 6 disegnate in versione umana, e di varie etnie http://diversity-is-magic.deviantart.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le canzoni, per quanto il livello sia comunque "basso", mi sono piaciute molto così come la storia, assai diversa da quella del primo film che era davvero il trionfo della malvagità. Belle le fan art! :)

      Elimina
    2. Beh, allora posso assumere che saranno canzoni pop orecchiabili stile Call me maybe xD
      P.S.: sapevo ti sarebbero piaciute ;)

      Elimina
    3. Eh dai, più o meno siamo su quel genere :P

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...