giovedì 7 marzo 2013

WE, Bolla! del 07/03/2013

Buon giovedì a tutti! In questo giorno che precede quello dedicato alla donna, quante amiche pianificheranno un'uscita per poi fiondarsi in sala? Spero più di quelle che andranno ad abbruttirsi andando a vedere spogliarelli (a proposito, ma si fanno ancora??)! In caso, cerchiamo di capire se è uscito qualcosa di interessante... ENJOY!

Il grande e potente Oz
Reazione a caldo: ovviamente sì!!
Bolla, rifletti!: ho fatto un grandissimo lavoro di preparazione per questo film. Non ho guardato nemmeno un trailer, né letto una recensione, né guardato un servizio in TV. Perché quando Raimi si mette dietro la macchina da presa e lo fa parlando di Oz voglio potermi godere ogni scena, ogni risvolto della trama, ogni follia con occhi puri e senza pregiudizi né imbeccate. Ogni commento arriverà dopo la visione!


Il lato positivo
Reazione a caldo: ecco il secondo film della settimana!
Bolla, rifletti!: il film di cui ho già parlato qui e che ha consacrato Jennifer Lawrence migliore attrice dell’anno. Ma a me che mi frega, basta che ci sia Bradley Cooper! Spero di riuscire ad andarlo a vedere ma, in caso, lo recupererò al più presto.


Ci vuole un gran fisico
Reazione a caldo: vabbé no, dai, anche no.
Bolla, rifletti!: per quanto mi stiano simpaticissimi tutti i coinvolti, la Finocchiaro in primis, forse questo film era meglio girarlo solo per la TV. A tal proposito, la presentazione a Zelig, preceduta dallo sketch con Raul Cremona nei panni di Omen, mi ha fatto morire dal ridere, quindi chapeau. Però mi sa che somatizzo e passo.


Amiche da morire
Reazione a caldo: ossignore…
Bolla, rifletti!: ho visto il trailer prima di Anna Karenina e mi ha talmente “presa” che non ricordo nemmeno di cosa parli il film. A occhio e croce, mi sembra di aver capito che nel meridione ci siano tre sgallettate (la Gerini, la Impacciatore e la Capotondi) impelagate alternativamente con varie storie d’amore e, soprattutto, casini criminali. Voglia di vederlo pari a zero. Cara Gerini, io aspetto Tulpa, vedi un po’ te.

Passata l’euforia dell’Oscar, al cinema d’élite tornano invece a pescare nella cinematografia francese, cavalcando il recente amore pubblico per la cucina…


La cuoca del presidente
Reazione a caldo: è Anna Moroni??
Bolla, rifletti!: no, teSSoro, mi sono sbagliata, non è la Moroni, grazie a Dio. E anche il film, tratto dalla vera storia della cuoca di Mitterand, sembrerebbe una commedia raffinata e simpatica. Una sorta di Il discorso del re in cucina? Forse non a questi livelli, ma mi incuriosisce, potrei recuperarlo in futuro.


9 commenti:

  1. La Cuoca del Presidente incuriosice molto anche me, magari un occhiatina ce la darò. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, se riesci a vederlo fammi sapere com'è!!

      Elimina
  2. il film francese non mi dispiace,invece ogni volta che vedo come è finita la nostra commedia fingo di essere cittadino del liechstein o come cazzo si scrive

    RispondiElimina
  3. Io credo che questa settimana con i soldi del biglietto comprerò una vaschetta di gelato in cui affogare la mia disperazione per la tristezza delle sale italiane.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah questa è un'ottima idea! Gelatooo :Q____

      Elimina
  4. Il lato positivo? Forse, ma il bicchiere è mezzo vuoto per De Niro. Oz lo aspetterei in tv, non garantisco che sia il migliore della settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo questa settimana il tempo per andare al cinema sarà pochissimo... molto poco cinefilamente andrò a vedere il film che rende "di più" visto su schermo gigante mi sa :-)

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...