domenica 19 luglio 2015

Dead Snow (2009)

Siccome fa caldo, siccome credo di essere stata l'unica a non averlo ancora visto, in queste sere ho deciso di spararmi la visione di Dead Snow (Død snø) diretto e co-sceneggiato nel 2009 dal regista Tommy Wirkola.


Trama: durante un fine settimana in montagna, alcuni ragazzi vengono attaccati dagli zombi dei nazisti che avevano seminato il terrore tra gli abitanti della zona durante la seconda guerra mondiale..


Sono pazzi questi Norvegesi. Neve, montagne, sangue e zombi: cosa volete di più dalla vita, un Lucano? Ecco cosa deve avere pensato Tommy Wirkola, che ha preso la leggenda norrena del draugr (creature non morte che solitamente fanno la guardia a dei tesori), l'ha mescolata a cliché più vicini alla nostra concezione di zombi e in quattro e quattr'otto ha messo in piedi uno degli horror più divertenti e simpatici di sempre. Una simpatia, va detto, che esplode nella seconda metà del film, più vicina ai vari Splatters o Tagli al personale rispetto alla prima, che si prende invece il tempo di gettare le basi per la seguente mattanza mettendo in campo misteriose figure assassine, esperti di storia locale e adolescenti (?) avvinazzati e in fregola. Wirkola non si inventa nulla di nuovo ma rinfresca (è il caso di dirlo!) il genere con allegra e cinefila simpatia, omaggiando capisaldi come La casa di Raimi, che prevedono la presenza di vittime "cazzute" e possibilmente ironiche, non molluschi strillanti incapaci di difendersi dal mostro di turno o sgnoccolone svampite che sanno solo morire male e non dimentica, soprattutto, che anche lo zombi in una supercazzola DEVE avere una personalità o non avrebbe senso di esistere. I nazisti di Dead Snow non sono solo delle macchine semi-immortali assetate di sangue ma anche dei poveri sfigati che fanno le peggio fini, macellati da mezzucci più o meno ortodossi, con quella faccia un po' così del cattivo che fondamentalmente stava meglio sepolto nella neve (tutti a parte Herzog, ché lui è veramente malvagio e si vede!!) piuttosto che trovarsi davanti dei "giovanotti indisponenti" che osano persino affrontarli incrociando la falce e il martello, signora mia!!


Nonostante l'incipit cazzaro del post, non crediate però che Dead Snow sia un film per tutti. Wirkola ci da giù pesante col gore e nonostante i suoi zombi non abbiano il potere di infettare gli esseri umani, la loro fame è rimasta identica a quella dei cuginetti romeriani. La pellicola abbonda quindi di intestini al vento, sangue che sgorga copioso, banchetti poco ortodossi (peraltro ripresi dal punto di vista della vittima che viene mangiata, ergo auguri ai deboli di stomaco!), gente che viene aperta in due dalle gentili mani degli zombi ecc. ecc. Alcune mattanze, soprattutto sul finale, sono volutamente ironiche e surreali ma non stiamo parlando di effetti "pop" in stile giapponese, bensì di Tarantiniani e fin troppo realistici laghi di sangue. I protagonisti, poi, ispirano così tanta simpatia che non è facile assistere alle loro fantasiose e violente dipartite, soprattutto quando ci si ritrova inevitabilmente a fare il tifo per quelli che parrebbero più intelligenti e scafati degli altri, anche perché, nonostante il divertimento, Wirkola e Stig Frode Henriksen (l'attore che interpreta l'arrapato Roy) sono due sceneggiatori abbastanza cattivi e spietati. A rendere ancora più gradevole la visione, infine, c'è un'intrigante colonna sonora composta da canzoni punkabbestia svedesi assolutamente perfette per l'atmosfera sanguinosa, fracassona e poco impegnata della pellicola. Detto questo, cospargo il capo di cenere per avere aspettato tanto a vedere Dead Snow e corro immantinente a vedere Dead Snow 2... anche perché spero dia una degna continuazione al finale "cliffhangeroso"!


Del regista e co-sceneggiatore Tommy Wirkola, che compare non accreditato anche come zombie, ho già parlato QUI.

Siccome vorrei evitare SPOILER non vi dirò mai quali sono gli attori che torneranno anche nel seguito di Dead Snow, Dead Snow 2, due riprendendo il loro vecchi personaggi e uno con un ruolo diverso: guardatelo assieme a me e aggiungete anche Re-Animator, Tucker and Dale vs. Evil e Splatters - Gli schizzacervelli! ENJOY!

26 commenti:

  1. Una delle più belle Tag-Line di sempre ("Ein Zwei DIE!") per un Horror fortissimamente debitore a Sam Raimi, Tommy Wirkola è un allegro cazzaro, a me è simpaticissimo, sono molto d'accordo con la tua bella recensione e non vedo l'ora di leggere "Dead Snow 2" ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti, DS2 arriverà domani :)

      Elimina
  2. Mitico supercult di genere, ed il secondo è anche meglio!
    Goditelo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, meglio, mi sono divertita davvero tanto!!

      Elimina
  3. Questo lo conosco anche io!
    Assurdo XD

    RispondiElimina
  4. Dead Snow 2 è una goduria assoluta....molto meglio del primo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me sono piaciuti molto entrambi ma sì, il secondo ha una marcia in più!

      Elimina
  5. una manica di cretini che ho amato tantissimo. Il secondo ancora lo devo vedere, però!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardalo, è goduriosissimo!! :)

      Elimina
  6. OHDDEI non sapevo fosse previsto un seguito ^^'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì ne parlerò proprio domani!! :D

      Elimina
  7. Minchia che cagata...(scusa la finess...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha ma nooo non gli hai voluto bene!!! T___T

      Elimina
  8. Ohhh ... questo non lo conoscevo ma lo tengo presente per una seratina film :D
    Mi ispira un sacco :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sano divertimento, cara... e aggiungici anche il secondo! :D

      Elimina
  9. Divertentissimo e davvero ben realizzato nonostante il budget risicato (800.000 dollari), Wirkola è stato notato dagli Studios Hollywoodiani che dopo questo film gli hanno affidato "Hansel & Gretel - Cacciatori di Streghe" e permesso di realizzare il sequel: "Dead Snow 2 - Red Vs. Dead" (il budget a sua disposizione era di oltre 4 milioni di dollari). Utilizzando i luoghi comuni del genere Wirkola riesce a realizzare un film originale e divertente e che, anche nel sequel, non è ripetitivo.
    Chissà che non si faccia anche un terzo capitolo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il terzo è nell'aere ma vedo adesso che sono impegnati in un altro film quindi temo ci sarà da aspettare :(
      Comunque ho adorato sia il secondo che Hansel & Gretel, per ora il buon Wirkola non mi ha mai delusa! :D

      Elimina
    2. I paesi nordici ci stanno regalando parecchie chicche, hai visto "Iron Sky" di Timo Vuorensola?
      Ora sta girando il sequel che, dal trailer e da quello che mi ha raccontato Timo, sembra sarà spassosissimo :-)

      Elimina
    3. Visto e recensito ma se devo dirti la verità non mi aveva fatto particolarmente impazzire! Aspetto però di vedere il sequel :)

      Elimina
  10. Anche questo non è il mio genere... ma è assolutamente il genere del mio amico Tapiroullant! Gli linko immediatamente il post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! Spamma il verbo dei nazi zombi! :P

      Elimina
  11. Risposte
    1. Per timore della paura o del trash? XD

      Elimina
    2. Paura?? Non dormirei la notte tanto il trash! XD

      Elimina
    3. Che esagerazione :P Ho visto film ben più trash!

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...