venerdì 30 ottobre 2015

Crimson Peak (2015)

Ce l'ho fatta! Finalmente anche io sono riuscita a vedere Crimson Peak, l'ultimo, attesissimo film diretto e co-sceneggiato da Guillermo Del Toro! Com'è stato? Bello, molto. E siccome domani non pubblicherò nulla... buon Halloween!!


Trama: dopo una terribile tragedia familiare la giovane Edith, infatuata del bel baronetto Thomas Sharpe, decide di sposarlo e di andare a vivere con lui in Inghilterra, nella fatiscente magione di quest'ultimo. Lì la ragazza verrà a conoscenza di sanguinosi segreti...



Normalmente comincio a parlare dei film partendo dalla trama ma con Crimson Peak farò un'eccezione perché l'ultima pellicola di Del Toro è innanzitutto un meraviglioso delirio visivo. L'incanto di Guillermone inizia con i loghi della Universal e della Legendary Pictures, virati in rosso, il colore dei fantasmi e l'unico che può essere portato da qualunque persona o qualunque luogo abbia a che fare con gli spiriti che "infestano" la pellicola. Gli occhi vengono poi inevitabilmente rapiti dalla sontuosità e dall'infinita quantità di particolari che arricchiscono non solo gli abiti della Wasikowska ma anche e soprattutto le scenografie in cui si muovono i personaggi; la casa d'infanzia di Edith, con i corridoi e le porte che paiono infiniti, per non parlare degli spettrali bagni del club dove si consuma il delitto più efferato del film, sono un degno antipasto per il luogo che da il titolo alla pellicola, Crimson Peak. Stephen King e Shirley Jackson dicevano che le case sono spesso malvagie. Ora, la magione degli Sharpe non lo è necessariamente ma di sicuro incarna tutta la decadenza, il marcio e la tenacia presenti all'interno di questa nobile casata ed è ambigua quanto i fratelli che la abitano, oltre ad essere altrettanto affascinante; dubito che riuscirò a dimenticare tanto presto i pavimenti grondanti argilla rossa, materiale che impregna persino i muri tanto da far sembrare che gli stessi sanguinino durante i momenti più concitati del film e soprattutto rimarrà sempre impresso nella mia mente lo squarcio del tetto, dal quale a seconda della stagione piovono foglie autunnali, neve o farfalle, offrendo l'illusione di un mondo "altro", appena fuori dalla sfera della realtà tangibile ma sempre pronto a ghermire gli incauti visitatori. Magione gotica zeppa di passaggi, labirinti, segreti sotterranei, spifferi, rumori ed oscurità, la dimora degli Sharpe, interamente costruita per l'occasione e purtroppo in seguito abbattuta per lasciare spazio negli studios, è il cuore pulsante e malato della pellicola, arricchito da colori incredibilmente saturi e bellissimi, reso ancor più elegante e misterioso da una regia dal sapore retrò che si concede solo ad una cosa che non mi è piaciuta, quei maledetti e fasullissimi fantasmi in CGI, talmente "pupazzosi" da non mettere ansia o paura neppure per sbaglio.


Mi ricollego ai fantasmi per passare a parlare della trama, quella "maledetta" trama che in molti, compreso il mio compagno di ventura, non hanno gradito. L'obiezione che si muove a Crimson Peak è quella di avere una storia prevedibile, all'interno della quale gli spiriti sono pressoché inutili e spesso pretestuosi, messi giusto per ricreare ad hoc quell'atmosfera gotica che avrebbe dovuto essere la cifra stilistica del film. In realtà io credo che, come dice il personaggio di Edith all'inizio, Crimson Peak non sia una storia DI fantasmi ma una storia CON fantasmi, creature infelici costrette a rimanere legate ad un luogo che le ha viste soffrire, trattenute dai rimpianti e incapaci di impedire che ai vivi tocchi lo stesso, infausto destino. I personaggi principali vivono la loro esistenza in maniera indipendente, perseguendo ognuno i propri scopi, facendosi influenzare poco o nulla dalla presenza degli spiriti che, di fatto, Thomas e Lucille neppure vedono, pur vivendo da anni in una casa infestata; eppure, nella morte anche i protagonisti rischiano di essere condannati a diventar parte di queste schiere infelici proprio in virtù delle scelte che compiono ed è questo secondo me a rappresentare quell'"anima" che molti critici non hanno trovato in Crimson Peak. Gli sforzi dei vivi, le loro crudeltà, i desideri materiali e l'amore disperato si trasformano nell'aldilà di Del Toro in un'angosciante condanna che li priva di qualsiasi significato e che riesce a rendere, paradossalmente, molto più umani e degni di pietà anche i malvagi, ben più complessi di quanto sembrerebbe di prim'acchito; come già accadeva in La madre o in The Orphanage, il lieto fine non è mai totale od univoco, ha sempre un inaspettato risvolto malinconico che serra la gola ed inumidisce gli occhi anche quando bisognerebbe esultare. Potere della poesia di Ciccio Del Toro ma anche di Mia Wasikowska, dell'affascinante Tom Hiddleston e, soprattutto, dello splendore di un'ambigua Jessica Chastain alla quale non si può voler male. Non troppo, almeno. Voi cercate di non volerne a Crimson Peak e guardatelo con gli occhi innocenti di un bambino o di un'adolescente fantasiosa che si immerge per la prima volta nella lettura di un romanzo gotico, lasciandovi trasportare. Spero ne rimaniate affascinati com'è successo a me.


Del regista e co-sceneggiatore Guillermo Del Toro ho già parlato QUI mentre Mia Wasikowska (Edith Cushing), Jessica Chastain (Lucille Sharpe), Tom Hiddleston (Thomas Sharpe), Charlie Hunnam (Dr. Alan McMichael) e Doug Jones (la madre di Edith) li trovate ai rispettivi link.

Jim Beaver (vero nome James Norman Beaver Jr.) interpreta Carter Cushing. Americano, ha partecipato a film come Turner e il "casinaro", Sister Act - Una svitata in abito da suora, Sliver, Magnolia, Il ladro di orchidee e a serie come Dallas, Santa Barbara, Quell'uragano di papà, NYPD, Melrose Place, X-Files, Una famiglia del terzo tipo, That's 70s Show, Six Feet Under, Monk, CSI - Scena del crimine, Criminal Minds, Breaking Bad, Dexter e Supernatural. Anche sceneggiatore, produttore, stuntman e regista, ha 65 anni e due film in uscita.


Burn Gorman interpreta Holly.  Americano, ha partecipato a film come Johnny English - La rinascita, Red Lights, Il cavaliere oscuro - Il ritorno, Pacific Rim e a serie come Il trono di spade. Ha 41 anni e tre film in uscita.


Il ruolo di Thomas sarebbe dovuto andare a Benedict Cumberbatch ma l'attore è stato costretto a rinunciare (come del resto è successo anche a Emma Stone, scelta per la parte di Edith) per motivi non meglio specificati; è stato comunque lui stesso a dare la "benedizione" a Tom Hiddleston una volta saputo che lo avrebbe rimpiazzato. Detto tra noi, io sono molto più contenta così, trovo Cumberbatch affascinante quanto una patella. A parte questo, se Crimson Peak vi fosse piaciuto recuperate Il labirinto del fauno, La madre, The Woman in Black, La spina del diavolo, The Others e The Orphanage. ENJOY!

31 commenti:

  1. Risposte
    1. Te lo auguro perché è bellissimo :)

      Elimina
  2. La fotografia e la cura per il dettaglio rendono questo film visivamente affascinante (mi sono piaciuti anche i fantasmi in CGI). E' un tripudio di influenze horror letterarie, cinematografiche, pittoriche. Forse la prima parte è un po' debole e leggermente vuota narrativamente, la seconda invece tiene altissima l'attenzione e mette tensione. Davvero un bel film. Poi se c'è Jessica Chastain un film non potrà mai essere brutto. Buon Halloween!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon Halloween anche a te, un po' in ritardo!!!
      Ti dirò che io me lo sono goduto dall'inizio alla fine senza cali di attenzione o tensione :)

      Elimina
  3. Visivamente splendido, ma sulla trama... si poteva fare di più,
    Comunque non delude, nonostante aspettative altissime.
    La migliore è la Chastain - bellissima e glaciale - mentre Hiddleston, oh, una sogliola. Per me non abbastanza bello e, soprattutto, carisma zero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hiddleston lasciacelo dire a noi signorine,che carisma ufff se ce n'ha XD XD XD
      Sopratutto se non doppiato!!!! ;)

      Elimina
    2. Difendo a spada tratta Hiddleston, e pensare che gli inglesi segaligni non sono per nulla il mio tipo :P

      Elimina
    3. A me son sempre piaciuti pallidi e segaligni, e l'accento Brit mi fa un sangue disumano!
      Ultimamente mi piacciono anche manzi, però XD

      Elimina
    4. Ah io sono più per il tipo Zamarro alla Bruce Willis :P

      Elimina
    5. Visto stasera,a me è piaciuto molto,purchè telefonatissimo,il Khal sbadigliava sonoramente.
      E anche questo dovrò pagarlo XD XD XD

      Elimina
    6. E' una storia gotica, dev'essere semplice ma suggestiva :) Sì, da quel che mi hai detto comprendo che non fosse molto il genere del Kahl! XD

      Elimina
    7. A me è piaciuto molto visivamente,il Khal ha cominciato con la sua litania "mianoiononsuccedenientemiannoio".....poff poff poff tipo moka...pazienza...vediamo che mi propina stasera per vendetta XD

      Elimina
    8. Ahahaha immagino!! Sì, visivamente era uno spettacolo, forse il film più bello dell'anno: tra questo e Il racconto dei racconti questo 2015 mi ha lasciato delle immagini splendide!

      Elimina
  4. Sono curioso, anche perchè i "belli senz'anima", di norma, dalle mie parti vengono bottigliati.
    Staremo a vedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena l'avrai visto verrò a leggere il tuo parere!!

      Elimina
  5. E' una delle possibilità per halloween!

    RispondiElimina
  6. Lo aspettavo al varco da tempo, inutile dire che non appena uscirà in DVD Crimson Peak entrerà a pieno titolo a far parte della mia collezione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem come sopra, troppo bello per lasciarselo scappare :)

      Elimina
  7. Bello, bello, bello, nel senso totale ed assoluto del termine. Belli i costumi, bella la scenografia, bella la colonna sonora, bella la Chastain, Bello Hiddleston (si, cedo al fascino del bel baronetto), bella e delicata Mia Wast...bella la trama e bello il finale. Di fronte a tanta bellezza e tanta cura, cosa rara, mi tolgo il cappello...appena riuscirò recensione anche dalle mie parti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti dinnanzi a tanta bellezza potevo solo mettere immagini T__T

      Elimina
  8. Sono sicuro che lo vedrò... Una possibilità gliela voglio dare a Del Toro... Nonostante sia horror :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è un horror che potrebbe ucciderti, quindi guardalo sereno e confida in Del toro!!!

      Elimina
  9. Adoro Guillermo del Toro,e visivamente so già che mi piacerà.
    Le case infestate hanno rotto le palle dio sa quanto,ma con Tom Hiddleston in costume e pseudolungocrinuto (ed in originale!con quella voce brit!!!!) guarderei pure un documentario sulle cavallette danesi XD
    Già sò che il Khal mi sfanculerà,ma per il momento gli tacerò i miei dubbi sulla pellicola che in effetti non sembra aver una gran trama!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per una volta cerca di ingannare il Khal allora XD
      Io intanto spero di rivederlo presto in lingua!!

      Elimina
    2. A domanda diretta sono incapace di mentire. Ma vedrò di omettere più possibile XD

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  10. E dire che a me il trailer non mi aveva affatto convinto. Ma ne parli così (tu e anche altri) e quindi mi sa che devo rivalutare l'idea della visione al cinema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può piacere o meno ma visivamente merita sicuramente una visione su schermo gigante!!

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...