martedì 27 novembre 2012

Flash Gordon (1980)

Dopo aver guardato Ted mi è salita una scimmia sulla schiena a dir poco colossale. Una scimmia bionda e dal nome identico a quello del vecchio amichetto di Peter Parker. Così, questa settimana ho deciso di guardare Flash Gordon, diretto nel 1980 dal regista Mike Hodges, per cercare di capire come mai Seth MacFarlane abbia eletto questo film a cult di una generazione.


Trama: Mentre la Terra viene attaccata dal perfido imperatore Ming, il giocatore di football Flash Gordon e la sua futura fiamma Dale vengono praticamente rapiti dal folle Dottor Zarkov che, deciso a salvare l'umanità intera, li infila a forza in un razzo sparato proprio sul pianeta dell'imperatore di cui sopra... 


La visione di Flash Gordon mi ha scissa in due. Da una parte sono tornata bambina e ho ricordato un volume dell'omonima serie a fumetti di Alex Raymond raccattata chissà dove e poi scomparsa di casa, ma non dalla mia memoria. Ricordo ancora il titolo dell'albo, Ritorno a Mongo, c'erano disegni bellissimi, delle sorte di ippogrifi del deserto e gli abiti dei personaggi che diventavano sempre più stracciati man mano che la storia andava avanti e le insidie aumentavano (mi è salita una voglia tale di riavere tra le mani questo fumetto che l'ho persino cercato su E-Bay. Per la cronaca, lo vendono intorno alle 5 euro, ma chissà se è lo stesso che avevo in casa. Chiusa la parentesi nostalgia nerd). Dall'altra parte ho invece rischiato più volte di cadere dalla sedia per le risate a profusione a causa dell'interminabile serie di chicche trash, camp, kitsch e WTF che si susseguono senza soluzione di continuità per tutta la durata del film. Ciò nonostante, sono quasi sicura che se avessi visto Flash Gordon da bambina lo avrei messo, come ha fatto MacFarlane, nella mia personale top 10 di supercult anni '80 perché è comunque zeppo di momenti epici, avventurosi, ironici e... oggesù, ma sono i Queen quelli che urlano "Flash! Aaa-aaah!" nei titoli di testa? Opperdiana, sono veramente loro!!! Niente pizza e fichi, signori.


La trama di Flash Gordon è banalotta ma sincera. C'è un eroe in grado di salvare (e salvarsi da) qualsiasi situazione, la sua futura fidanzata frivola ma di buon cuore, lo scienziato completamente folle ma armato di buone intenzioni e, per finire, tutti quegli inossidabili valori americani in grado di riportare sulla retta via un pianeta di selvaggi che (orrore!!) non credono nella forza dell'unione tra diversi popoli per abbattere il tiranno. Non ci credono, 'sti stolti! E, soprattuttamente, non conoscono il football americano! Ma parliamo del tiranno: un villain talmente cattivo da decidere di flagellare la Terra con calamità assortite solo per diletto. Come carico a coppe, inoltre, questo Minghione svedese ma truccato come Fu Manchu vorrebbe anche portarsi a letto la fedele futura fidanzata del protagonista solo perché, titillandola con la magia di un anello, la reazione vagamente orgasmica della tipa gli ricorderebbe la figlia. Figlia che, con buona pace della povera Ornella Muti che la interpreta, si farebbe veramente qualsiasi uomo presente sul pianeta Mongo. Facendo due più due, questa cosa mi da da pensare. Ma lasciamo perdere, certi rapporti incestuosi è meglio lasciarli dove sono. Flash Gordon, si diceva, ha tutto questo più l'avventura: ci sono battaglie in cielo, in terra e nelle paludi, mostri simili ai Visitors, pistole che sparano raggi laser, esplosioni a non finire, scooter volanti e persino un catfight, giusto per non far mancare nulla agli spettatori maschietti. Il tutto affidato a un cast internazionale mica da ridere, perché il buon De Laurentiis, a differenza dei produttori attuali, aveva sganciato soldi per quella che adesso pare una pacchianata ma che all'epoca sicuramente avrà ottenuto un successo incredibile (anche se il nostro avrebbe voluto nientemeno che Fellini a dirigerla. True story).


A dirla tutta, comunque, ho visto film molto più recenti in grado di superare abbondantemente in quanto a bruttezza, sciatteria senso del ridicolo questo Flash Gordon che, comunque sia, mette in scena costumi e scenografie kitsch ma altamente fantasiosi e che non lesina effetti speciali, sicuramente un po' datati ma usati con intelligenza. Sì, ovviamente non bisogna fare troppo caso ai dialoghi (imbarazzante quello tra Flash e Dale sul finale, dove i due si fidanzano senza praticamente conoscersi, ma in generale ci sono delle chicche sparse qua e là in quasi tutte le sequenze...) e, soprattutto, alla recitazione eccessiva e caricaturale di quasi tutti i coinvolti, tra i quali si salvano in corner giusto Timothy Dalton e le due attrici italiane, un'Ornella Muti palesemente doppiata e una Mariangela Melato con la pronuncia vagamente "Super Mario", ma se chiudiamo gli occhi davanti a queste cose o le accettiamo come trashissimo grasso che cola, allora saremo in grado di passare una serata ad alto tasso di nerditudine anni '80. E tornare un po' bambini e meno cinefili criticoni e precisini, per una volta.


Di Max Von Sydow, che interpreta l'imperatore Ming, ho già parlato qui, mentre Timothy Dalton, ovvero il principe Barin, lo trovate qua.

Mike Hodges (vero nome Michael Tommy Hodges) è il regista della pellicola. Inglese, ha diretto La maledizione di Damien. Anche produttore e sceneggiatore, ha 80 anni. 


Sam J. Jones (vero nome Samuel Gerald Jonese) interpreta Flash Gordon. Americano, ha partecipato al film Ted e a serie come The A - Team, Hunter, Baywatch, Renegade e Walker Texas Ranger. Ha 58 anni.


Topol (vero nome Chaim Topol) interpreta il Dr. Zarkov. Palestinese, ha partecipato a film come Il violinista sul tetto, Galileo e Solo per i tuoi occhi. Anche produttore, ha 77 anni.


Ornella Muti (vero nome Francesca Romana Rivelli) interpreta la principessa Aura. Famosissima attrice romana, la ricordo per film come Innamorato pazzo, Tutta colpa del paradiso, Grandi magazzini, Io e mia sorella, Stasera a casa di Alice, Oscar - Un fidanzato per due figlie, Il conte Max, Vacanze di Natale '91, Il conte di Montecristo e To Rome with Love. Ha 57 anni.


Brian Blessed interpreta l'alato principe Vultan (personaggio che ha ripreso in una puntata de I Griffin). Inglese, ha partecipato a film come Robin Hood - Principe dei ladri, Hamlet, Star Wars Episodio I -  La minaccia fantasma e ha prestato la voce a Clayton in Tarzan e al Re Pirata in Pirati! Briganti da strapazzo, inoltre ha partecipato alla serie Doctor Who. Anche regista, ha 76 anni e tre film in uscita.


Mariangela Melato interpreta Kala. Gloria nostrana originaria di Milano, la ricordo per film come La classe operaia va in paradiso, Mimì metallurgico ferito nell'onore, Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto, Di che segno sei?, Il pap'occhio e Un uomo perbene. Anche compositrice, ha 71 anni.


Richard O'Brien (vero nome Richard Timothy Smith) interpreta Fico. Questo meraviglioso artista inglese è la mente che ha creato il musical più cult della storia nonché uno dei miei film preferiti, The Rocky Horror Picture Show (nel quale ha recitato nei panni del gobbo Riff Raff), inoltre ha partecipato a pellicole come Shock Treatment, Dark City, La leggenda di un amore: Cinderella, La casa stregata di Elvira e, ultimamente, si è dato al doppiaggio di un'altra roba cultissima, ovvero la serie Phineas e Ferb. Anche sceneggiatore, stuntman e compositore, ha 70 anni.


Tra gli interpreti spunta anche un giovane Robbie Coltrane, futuro Hagrid ma all'epoca semplice passante nei pressi dell'aereo su cui decollano i protagonisti. E se vi chiedete dove avete già visto il piccolo uomo che la principessa Aura si porta al guinzaglio, ricordatevi La fabbrica di cioccolato di Tim Burton, perché il kenyano Deep Roy era il modello per tutti gli Oompa Loompa del film. Rimanendo sempre in tema di attori, pare che Kurt Russel abbia rifiutato il ruolo di Flash perché il personaggio era privo di personalità, mentre il povero Schwarzenegger è stato scartato a causa dell'accento troppo marcato. Altro rifiuto è venuto dal regista Nicholas Roeg, che avrebbe voluto dipingere il protagonista come un messia, non come un povero streppone, mentre George Lucas, una volta saputo che De Laurentiis si era già accaparrato i diritti del serial su Flash Gordon, si è consolato girando Guerre Stellari. A proposito di serial e affini, ne esistono almeno sei dedicati al personaggio, tutti girati tra gli anni '30 e il 2007, senza dimenticare la parodia erotica del 1974, Flesh Gordon. Inoltre, attenzione attenzione, da qualche tempo si vocifera di un possibile remake, ma ancora nulla si profila all'orizzonte... per fortuna! Se però Flash Gordon vi fosse piaciuto, potrei consigliarvi di guardare Il quinto elemento, Conan il barbaro e i primi tre film di Guerre Stellari (per intenderci, quelli girati negli anni '70-'80). ENJOY!!



22 commenti:

  1. Me lo ricordo! Era una trippata assurda, un film simpatico e sfortunato al botteghino.
    Io l'ho visto da piccolo però, me lo rivedo con piacere ogni volta che lo ripassano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io da piccola non ho mai avuto occasione di vederlo e, ad essere sinceri, temo di essermi persa una gran cosa!! Grazie Seth MacFarlane!!

      Elimina
  2. E' la fiera e il trionfo del kitch. Però divertente anche se gli anni sul groppone gli pesano. Poi i Queen sono i Queen eh... Splendida la locandina originale disegnata, questa (http://www.impawards.com/1980/flash_gordon_ver2.html)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero infatti indecisa tra le due, quella che hai messo tu è davvero bella!
      Comunque sai che sul mio blog si va allegramente a braccetto col trash e il kitsch :P

      Elimina
  3. Non ricordo quasi nulla di un film visto in tv da bambino. Solo la colonna sonora.
    Dovrò recuperarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì recuperalo, ne vale davvero la pena!
      E anche tu ti metterai poi a cantare.... "Flash!! Aaaaaa-aaah!!!"

      Elimina
  4. Visto che hai citato Fellini, ti chiedo: ti piace Fellini?
    Il film non l'ho mai visto, solo giusto qualche spezzone ma mai visto...
    il film forse già all'epoca era un pò deludente, venendo dopo Guerre Stellari e Alien, sembrava un film di fantascienza più da fine anni 60 - inizio anni 70 che del 1980. O sbaglio? Ho avuto queste sensazioni per quel poco che ho visto......
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto solo un paio di suoi film e per quel poco che ho visto è un autore che sicuramente mi piace, anche se magari è un po' difficile da comprendere.
      Invece, Flash Gordon mette cuore dove mancano tecnica e storia, quindi è sicuramente inferiore ad altri film dell'epoca ma non per questo disprezzabile ^_*

      Elimina
    2. Ma recensioni ne hai mai fatto qui nel tuo blog su Fellini? Mi pare di no..I due film quali sono?
      Buona giornata!

      Elimina
    3. I due film sono 8 1/2 e La dolce vita, ma effettivamente non li ho mai recensiti.
      Ah, e aggiungo anche l'episodio Toby Dammit del carinissimo Tre passi nel delirio, quindi arriviamo a due film e un terzo :P

      Elimina
  5. Ed è questo il momento che mi piacerebbe tornare bambino per guardare questo genere di film con gli stessi occhi di allora...

    Sempre un mito... Flash!!!! Ah-aaaaahhh!!! Will save everyone of us!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente, andava gustato all'epoca!!

      Elimina
  6. Questo era un culto gia allora, mi ricordo di averlo visto su italia 7 gold a 10 anni insieme a Barbarella. Ovviamente mi piacque piu il secondo ma per motivi diversi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbarella è un'altra di quelle robe trashissime che vorrei vedere e recensire.
      Potrei fare un ritorno all'avventura anni '70-'80 *-*

      Elimina
    2. punta su Mad Max meglio :)

      PS: per quando una recensione di Poltersgeist?

      Elimina
    3. Anche quello mi manca, in effetti! Anche se sono stata nei luoghi dove l'hanno girato!

      La rece di Poltergeist l'ho già scritta, eccola: http://bollalmanacco.blogspot.it/2011/06/il-mio-horror-preferito-rimane.html

      Elimina
  7. di una cafonaggine assoluta ma in modo assolutamente simpatico. Ne ho comunque un bel ricordo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco bravo, CAFONAGGINE è la parola giusta XD
      Però sì, è una cafonaggine simpatica e gradevole, per una volta!

      Elimina
  8. Sono un po' più giovane per cui me lo persi al momento dell'uscita ma in qualche modo mi ispira (forse perchè il nome Flash Gordon l'ho sentito tante volte ma non lo collego a nessun volto?)

    PS Ti ho segnalata per il premio Miglior Blog di Cinema: http://hovogliadicinema.blogspot.it/2012/11/miglior-blog-di-cinema-candidatevi.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, io sono nata giusto l'anno dopo ma non mi era mai capitato di vederlo da nessuna parte o__O

      Grazie mille per la segnalazione cara *-*

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...