venerdì 30 agosto 2013

Cameron Diaz Day: Essere John Malkovich (1999)


Oggi non è il John Malkovich Day. No, quello arriverà, spero, a Dicembre. Come avrete capito dal banner "nasone ma figaccione" di Pio, oggi è il Cameron Diaz Day ma chissà perché alla bella e brava Camerona, che per inciso compie 41 anni, pungeva vaghezza di calarsi nei panni dell'eclettico e pelato attore in questo Essere John Malkovich (Being John Malkovich), diretto dal bravo Spike Jonze nel 1999 e, soprattutto, sceneggiato da quel genio di Charlie Kaufman!!


Trama: Craig, un burattinaio frustrato, scopre una porta collegata direttamente alla mente di John Malkovich. Possedendo l'attore e muovendolo come uno dei suoi pupazzi cercherà di ottenere il successo e l'amore della collega Maxine, che però è già oggetto del desiderio della moglie Lotte...


Se ho scelto Essere John Malkovich per celebrare Cameron non è solo perché amo John e adoro questo film ma perché, per una volta, la bionda attrice di origini cubane è brutta. Sì, oddio, brutta come potrei essere io tirata a lucido per un matrimonio ma comunque inguardabile rispetto al suo solito standard. Ed è brava, bravissima. Soprattutto perché il pazzo Kaufman ha creato un personaggio difficilissimo da interpretare senza sforare in una cialtronata sopra le righe. Immaginate una tizia che vive per i suoi animali, che ha trasformato la casa in uno zoo per sopperire all'istinto materno frustrato da un marito mollo ed inconcludente. Immaginate che la tizia in questione, dopo essersi fatta un viaggio nella mente di Malkovich, senta risvegliarsi il proprio lato maschile lo assecondi con entusiasmo, arrivando persino a concupire la donna amata dal marito e accendendo così una surreale rivalità tra le mura domestiche. Non vado avanti per non togliervi la sorpresa ma, anche così, vi sarete fatti un'idea di come un personaggio simile rischi di diventare borderline e perlomeno ridicolo. Invece Cameron Diaz riesce ad infondergli un candore e una dolcezza incredibili anche nei momenti di delirio, quando Lotte viene inebriata dall'esperienza Malkovich e, come un'adolescente, comincia ad entusiasmarsi ed abbracciare la sua nuova natura. Nascosta da un'improbabile capigliatura riccia e infagottata in abiti meno che glamour, la Diaz diventa così un importante e delicato tassello del rompicapo messo in piedi da Jonze e Kaufman, indimenticabile come il resto dei personaggi che popolano questo strano film.


Quanto ad Essere John Malkovich in sé, dovete vederlo perché nessuna recensione potrebbe mai rendergli giustizia. Potrei parlarvi della delicata e disperata poesia dei burattini di Craig, dei dialoghi al fulmicotone, della delirante scena in cui Malkovich incontra un universo di cloni, dell'assurda idea che possa esistere un passaggio segreto per la mente dell'attore, dell'esilarante comparsata di Charlie Sheen nei panni di sé stesso, dell'incredibile interpretazione di un John Cusack in stato di grazia, dell'indiscutibile abilità registica di Jonze, della bellezza della colonna sonora (Bjork, oh Bjork!!), della profondità di sentimenti (anche negativi) che caratterizza ognuno dei personaggi ritratti, tanto che alla fine chi conduce l'esistenza più banale di tutti è proprio l'oggetto del titolo, della storia del settimo piano e mezzo o del trauma infantile dello scimpanzé Elijah... ma il vero piacere sta nello scoprire tutte queste cose e moltissime altre durante la visione di Essere John Malkovich. Io lo amo con tutto il cuore ma credo sia un film facile ad odiarsi, sicuramente sarà un'esperienza che non dimenticherete facilmente e che, se la ripeterete, vi aprirà ogni volta la mente su un mondo assurdo e sempre diverso. Come Malkovich. E come Cameron Diaz, che nel Bollalmanacco è già comparsa in altre vesti...

The Mask - Da zero a mito (1994), il suo film d'esordio. Bionda e bellissima, ruba il cuore di un Jim Carrey in formissima!

Paura e delirio a Las Vegas (1998) una semplice comparsata nei panni di una reporter che, in ascensore, viene turbata dai deliranti protagonisti.
  
Shrek - E vissero felici e contenti (2010) dove la voce di Cameron da vita all'orchessa Fiona, una delle principesse più toste mai create!

E il Cameron Diaz Day non finisce qui!! Ecco i link delle recensioni degli altri compagni d'avventura... ENJOY!!

Movies Maniac
Scrivenny
Recensioni Ribelli
Era meglio il libro
Director's cult
Pensieri cannibali
Coocking Movies
Montecristo

36 commenti:

  1. Risposte
    1. Sì, non ci sono altre parole per descriverlo!

      Elimina
  2. essere cameron diaz non sarebbe male.
    ma, più che altro, non sarebbe male farsi cameron diaz ahah :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io preferirei John Malkovich qualche decennio fa ma comprendo e condivido XD

      Elimina
  3. Oh, bel commento per un film che ovviamente anch' io ho adorato! Lunga vita a Kaufman! Buon Cdd un'assente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lunga vita sì anche se si è mica messo in pausa, mannaggia a lui?
      Buon CDDay!

      Elimina
    2. Le ultime voci che circolavano parlavo di un musical con... Nicola Cage! C'è di che temere se la cosa va in porto!

      Elimina
    3. Muoio!!!! Incrocio le dita perché la cosa si facciaa!! XD

      Elimina
  4. sai che questo non l'ho mai visto?? devo colmare la lacuna!

    RispondiElimina
  5. È da un anno che mi dico di vederlo, anche perché Kaufman è un visionario.
    Buon CDD :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è mai troppo tardi, recuperalo! ^__*
      Buon CDDay anche a te!

      Elimina
  6. Non ero minimamente a conoscenza di questo film!
    Evviva la Diaz che ha fatto anche qualcosa di buono... ogni tanto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma povera, che t'ha fatto la Diaz? Guardalo questo, è un gioiello!

      Elimina
  7. Ciao cuginetta!
    Bhe, EJM è un film davvero particolare! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Particolare non rende l'idea, è un delirio XD

      Elimina
  8. Senza Charlie Kaufman sarebbe un mondo peggiore!

    RispondiElimina
  9. Gran bel film, è un secolo che non lo vedo! Ricordo di aver chiuso il XX secolo cinematografico con questo gioiellino. Buon CDD!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora è giunto il momento del recupero!
      Buon CDDay anche a te!

      Elimina
  10. Che filmone che è questo. Ricordo che quando uscì era uno di quei film di nicchia che guardavano solo i cinefili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io invece l'avevo guardato solo per il titolo, adoravo e adoro Malkovich!

      Elimina
  11. Bellissimo, un film indimenticabile.

    RispondiElimina
  12. Lei la sopporto molto poco. Ma questo film mi incuriosisce assai.Non l'ho mai visto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma povera amora Camerona!
      Però questo film è talmente bello e particolare che merita una visione a prescindere.

      Elimina
  13. Beh, un film geniale scritto dal mio sceneggiatore preferito in assoluto - anche se il suo film da regista mi ha non poco traumatizzato. Brava Babol!
    E buon Cameorn Diaz day!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, quello me lo sono perso ma vorrei vederlo!
      Grazie e buon Cameron Diaz Day anche a te!

      Elimina
  14. ne avevo visto un pezzo su tele+ però mi ricordo il servizio di Mollìca che parlava solo di Cameron brutta... :)
    lo recupero per forza!

    buon cdd!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio sì, non si può ricordare solo per questo :P
      Recupera, recupera... e buon CDDay!

      Elimina
  15. Gran bel film... l'ho visto tempo fa... ah, c'era pure Cameron Diaz? Sai che proprio non me la ricordo... Ha lasciato il segno evidentemente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari non l'avevi riconosciuta conciata così male :P

      Elimina
  16. Malkovich malkovich malkovich malkovich? Malkovich malkovich, malkovich. Malkovich malkovich malkovich malkovich, malkovich malkovich! Malkovich.

    RispondiElimina
  17. Sono tornata ora dalle vacanze e purtroppo non posso aggregarmi ma l'avrei fatto volentieri: per lungo tempo è stata una delle mi attrici preferite, e a 18 anni mi feci talgiare i capelli come lei quando aveva il caschetto (o quasi, visto che invece mi paragonarono a MAria De Filippi...).
    i suoi primi film mi paicevano molto, a mio avviso era anche un'icone di stile un po' particlare, ma poi si è persa per strada, come molte altri attrici...peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me prima o poi si riprende! Al prossimo Day allora! :)

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...