martedì 21 luglio 2015

Dead Snow 2 (2014)

Siccome a me piacciono le cose fatte bene, dopo avere recuperato Dead Snow non potevo lasciare a prendere la polvere Dead Snow 2 (Død Snø 2), sempre diretto e co-sceneggiato nel 2014 dal regista Tommy Wirkola!


Trama: nonostante abbiano recuperato il loro tesoro, gli zombi nazisti capitanati dal feroce colonnello Herzog decidono di concludere la loro vecchia missione e mettere a ferro e fuoco la cittadina di Talvik. Ad affrontarli ci sarà una vecchia conoscenza, assieme a una squadra di cacciatori di zombi americani... e i non-morti dell'esercito russo!


Uno pensa che un film già di per sé demenziale non possa diventarlo ancora di più o che gli omaggi a Raimi e alla trilogia de La casa prima o poi verranno a noia. Poi arriva Tommy Wirkola, la demenza perde ogni freno inibitore senza lasciare per strada la simpatia e ogni riferimento a La casa 2 e L'armata delle tenebre diventa non solo gradito ma anche necessario. In questo secondo capitolo della saga nazi-zombi (che potrebbe anche arrivare al terzo, eh. Dico solo potrebbe, perché al momento Wirkola e soci sono impegnati nella realizzazione del distopico What Happened to Monday? quindi per ora ciccia) l'azione viene infatti spostata da un piccolo casotto di montagna ai paesini che stanno al di là della zona "maledetta", con conseguente trasformazione del protagonista da ignorante sopravvissuto a riluttante ma indispensabile "salvatore del Mondo" o perlomeno della Norvegia; a Martin manca l'umorismo strafottente di Ash ma di sicuro non il coraggio o un certo savoir faire con le donne (!!) né, soprattutto, un braccio modificato in grado di assurgere al rango di protagonista quasi assoluto del film nonché veicolo di tutte le gag e le mattanze migliori. Wirkola introduce anche altri personaggi fondamentali e molto meglio caratterizzati (o sarebbe meglio dire "caricaturali"?) rispetto a quelli del primo film oltre ad un paio di spalle comiche ad alto tasso di genialità come il tenerissimo sidekick zombi, i tre nerd "cacciatori" e quei meravigliosi sbirri ai quali i morti viventi probabilmente non mangerebbero nemmeno il cervello, tanto ne sono privi. Il tutto, per fortuna, inserito all'interno di una trama godibile che, al di là di tutte le citazioni e le supercazzole, non perde mai di vista il suo obiettivo e vanta un inizio, una continuazione e una fine coerenti, cosa che non si può dire di molte pellicole horror recenti. Insomma, per quel che riguarda la trama il primo Dead Snow era un po' una belinata derivativa, nonostante gli abbia voluto molto bene, questo Dead Snow 2 invece è più "ragionato" ma non meno divertente o cattivo e soprattutto ha una sua identità in grado di renderlo indimenticabile.


Passando poi agli aspetti "teNNici" Dead Snow 2 non perde in qualità rispetto al suo predecessore, anzi. Il budget è palesemente aumentato ma Wirkola ha deciso di non sprecarlo in pacchiani effetti speciali CG: un bel carro armato, Derek Mears a capitanare un gruppo di zombi russi dal make-up artigianale come quello delle loro controparti nazi, sangue a secchiate, comparse come se piovessero ed ecco sfruttati al meglio i soldini in più, per la soddisfazione di chi, come me, ai pixel preferisce ancora l'artigianalità. Tra le sequenze meglio riuscite, neanche a dirlo, c'è quella dello scontro tra Nazi e Russi, epico nella sua violenza, assieme ad altre ricche d'inventiva (come quelle che vedono protagonista un improbabile medico da campo impegnato a rattoppare i suoi "soldaten" con mezzi di fortuna), di umorismo classico (esilarante la spesa dei tre nerd) o cattiveria spietata ed inattesa (la scena del bambino defenestrato e tutto quello che segue fa spanciare dal ridere nella sua immoralità) ma ovviamente vince a mani basse un finale tra il tenerissimo e il disgustoso che sfrutta al meglio una canzone come Total Eclipse of the Heart. E, a proposito di colonna sonora, non posso non elevare Dead Snow 2 al rango di instant-cult anche solo per avere ricordato al mondo intero l'esistenza del "pleasure man" per eccellenza, il teutonico e baffuto Gunther con il suo "oooh you touched my trallallà... my ding ding dong" (e per chi non conoscesse la Ding Dong Song innanzitutto dico vergogna e poi cliccate subiterrimo QUI) che effettivamente in un horror sta un po' come i cavoli a merenda ma fa tanto Pacey che ascolta "annouannauei" in Urban Legend. Ok, mi accorgo solo ora che il post su Dead Snow 2 è diventato più supercazzola del film quindi la pianto e vi lascio semplicemente alla visione di questo freschissimo filmozzo per superare il caldo canicolare... se vi è piaciuto il primo film vedrete che il seguito vi soddisferà anche di più!!


Del regista e co-sceneggiatore Tommy Wirkola ho già parlato QUI mentre Derek Mears, che interpreta Stavarin, lo trovate QUA.

Vegar Hoel (vero nome Geir Vegar Hoel) interpreta Martin. Norvegese, ha partecipato a film come Dead Snow e Hansel & Gretel - Cacciatori di streghe. Anche regista e sceneggiatore, ha 42 anni e un film in uscita.


Martin Starr interpreta Daniel. Americano, ha partecipato a film come Molto incinta, L'incredibile Hulk, Facciamola finita e a serie come Roswell e How I Met your Mother. Anche sceneggiatore, ha 33 anni e film in uscita.


Stig Frode Henriksen è il co-sceneggiatore della pellicola ed interpreta Glenn Kenneth. Norvegese, ha partecipato a film come Dead Snow e Hansel & Gretel - Cacciatori di streghe. Anche produttore, ha 40 anni e un film in uscita.


Se Dead Snow 2 vi fosse piaciuto recuperate ovviamente Dead Snow e aggiungete Tucker and Dale vs Evil, Housebound e Splatters - Gli schizzacervelli. ENJOY!


14 commenti:

  1. Lo sapevo che ti sarebbe piaciuto, concordo in pieno, il sidekick zombi a fine visione vorresti adottarlo, e non ascolteremo mai più Bonny Tyler allo stesso modo dopo questo fantastico finale ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente no, maledetto, geniale ed irrispettoso Wirkola XD

      Elimina
  2. Risposte
    1. Sì mi ci sono divertita parecchio... chissà perché ho aspettato così tanto per guardarlo!!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ma come, credevo l'avessi già visto :P Guardalo, è MOLTO divertente!!

      Elimina
  4. No dai un terzo capitolo no!!! O forse anche sì... Ma quella chiusura con Bonnie Tyler e la citazione macabra a Titanic era perfetta, e per me anche un gran capolavoro di chiusura.

    FIlm divertentissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se torna tutta la combriccola anche sì!!!
      Chiusura epica :)

      Elimina
  5. Dopo il primo mi ero tenuta volutamente alla larga dal n. 2, che un gruppo di minchioni (e non sto parlando degli zombi) così pensi possa bastare per sempre, ma la tua recensione mi sta (quasi) facendo cambiare idea...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, per l'estate calda è perfetto.... è poi il primo effettivamente aveva solo un paio di idee carine mentre questo è più strutturato e divertente :)

      Elimina
  6. Bellissimo e divertentissimo, anche superiore al primo.
    Promosso a pieni voti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, con il secondo mi sono divertita molto di più: raro esempio di sequel che supera l'originale! :)

      Elimina
  7. Se tutti gli horror fossero così, li vedrei più volentieri! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, immagino!!! Troppo facile così XD

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...