martedì 1 dicembre 2020

Il giorno sbagliato (2020)

E' stato uno degli ultimi film ad uscire prima che chiudessero di nuovo i cinema, eppure non ero riuscita ad andare a vederlo e solo adesso ho recuperato Il giorno sbagliato (Unhinged), diretto dal regista Derrick Borte

Trama: dopo un alterco davanti a un semaforo, la ritardataria Rachel comincia a venire perseguitata da un folle in automobile...

Il giorno sbagliato è il residuato bellico anni '80 che non ti aspetti nel 2020, reazionario e intimidatorio come uno slasher qualsiasi (ma con meno sangue) e zeppo di messaggi subliminali nemmeno tanto velati che invitano ad indossare sempre una faccia felice, qualsiasi cosa succeda, perché non sai mai quale razza di maniaco potrebbe nascondersi nel tizio che hai giustamente deciso di mandare a quel paese durante una giornata storta. La cosa buffa è che anche nel 2020 un film simile funziona, almeno come divertimento di una sera, soprattutto perché, salvo l'introduzione minacciosissima in cui viene spiattellato il costante degrado della società americana à la Un giorno di ordinaria follia, Il giorno sbagliato imbocca la sua strada e molla i freni, senza fermarsi più a riflettere nemmeno per un istante, reggendosi interamente sulla follia de "l'uomo" interpretato da Russell Crowe e sulla disperazione della povera Rachel, rea di avergli strombazzato contro con un po' troppa veemenza. All'interno di una struttura semplicissima, nella quale l'obiettivo di Rachel è evitare che Crowe le massacri tutti gli amici e i familiari, si inanella un'escalation di violenza dove il matto ad ogni omicidio alza l'asticella dell'"intoccabilità" delle sue vittime mentre, ovviamente, la protagonista si trova sempre più sola per colpa di tutti i problemi elencati nell'introduzione: non ci sono abbastanza poliziotti, non ci sono abbastanza ambulanze, laGGente pensa solo a se stessa (e ciò vale anche per Rachel, non un personaggio particolarmente simpatico, infatti per poter empatizzare con lei la si dota di figlio e di una nemesi mostruosa) e il traffico non dà tregua, così che anche la giungla metropolitana d'asfalto diventa un luogo claustrofobico, dove le ultime tecnologie danno una bella mano alla tigre affamata di sangue.

Quanto a sangue, non ce n'è neppure poco, per una produzione simile. Il personaggio di Crowe è particolarmente efferato e violento e non lesina martellate, coltellate e pugni nella faccia da far saltare i denti, il tutto con una cattiveria che si sposa alla perfezione con la mole ormai raggiunta dall'attore, il quale per tutto il film pare la pubblicità ambulante di un infarto, tanto che comincio a preoccuparmi un po' per la tua salute, Russ. Sudato, svunzo e borzo, a onore del vero registi e sceneggiatori devono aver provato pietà per l'ex Gladiatore perché sono ben poche le scene che non lo vedono seduto o in macchina ma, anche così, la stazza da grizzly incazzoso funziona perfettamente, anche perché Crowe, di tanto in tanto, si ricorda che esiste una cosa chiamata "espressività facciale" e strabuzza gli occhi come un matto vero. Purtroppo, per le regole di questo genere di film, le sue sberle perdono di potenza durante il confronto finale, che lo vedrebbero ahimé perdere in un faccia a faccia contro Bud Spencer, ma anche così Il giorno sbagliato è un vero spasso e Russell Crowe potrebbe essere avviato verso una carriera da caratterista malvagio di tutto rispetto. Quindi, recuperate in fiducia Il giorno sbagliato. Non gli avrei dato un euro ma mi sono davvero divertita guardandolo e ogni tanto i film ignorantissimi come questo fanno soltanto bene all'animo, per quanto intimidatori siano.

Di Russell Crowe, che interpreta "l'uomo", ho già parlato QUI mentre Gabriel Bateman, che interpreta Kyle, lo trovate QUA.

Derrick Borte è il regista della pellicola. Tedesco, ha diretto film come The Joneses. Anche sceneggiatore e produttore, ha 53 anni.

Se Il giorno sbagliato vi fosse piaciuto recuperate Cape Fear - Il promontorio della paura, One Hour Photo e Un giorno di ordinaria follia. ENJOY!

10 commenti:

  1. Mi hai portato alla mente quel programma di Mtv di tanto tempo fa: Celebrity Death Match, dove i vip riprodotti in plastilina si menavano su un ring fino all ultimo sangue... Bud e Russell sarebbero stati perfetti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe stato un sogno vedere un match simile!!!

      Elimina
  2. Mi è piaciuto molto, l'ho trovato una vera sorpresa. Un finto "filmaccio" di serie B che in realtà è specchio fedele del nostro tempo: un'umanità isterica, frustrata, irritabile, il cui malessere viene amplificato dai social (come si vede nelle immagini di repertorio che fanno da prologo). Crowe assomiglia davvero a Bud Spencer, ma se la cava alla grande lo stesso: ai grandi attori basta poco per essere tali (mi ricorda Marlon Brando nei suoi ultimi anni...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Russell Crowe in questi ruoli è perfetto, speriamo esca fuori con un altro film ignorante e divertente come questo!

      Elimina
  3. Crowe è nato per certi ruoli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che lo è diventato col tempo :P

      Elimina
    2. E in Nice Guys con Ryan Gosling? Io li ho trovati fantastici come coppia.

      Elimina
    3. Anche io, erano davvero perfetti per quel film :D

      Elimina
  4. Mi ispirava meno di zero ma ne stanno parlando benino diversi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scherzi davvero? Guardalo subito, ti salvi una serata! :D

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...