giovedì 30 luglio 2009

Dark Floors (2008)

Correva l’anno 2006, e in quel di Mildura alla TV passavano un programma, un festival europeo, che io assolutamente, pur vivendo nel vecchio continente, non conoscevo. Detto festival musicale, dall’evocativo nome di Eurovision o Eurocontest che dir si voglia, pur essendo un evento a quanto pare impedibile e famosissimo, era a mio avviso l’apoteosi del trash europeo, un’arena nella quale si sfidavano a colpi di canzoni per lo più inascoltabili strepponi provenienti da ogni paese (noi abbiamo Gigi d’Alessio e Giusy Ferreri ma gli altri paesi europei se la passano 300 volte peggio, e posso garantirlo). Quell’anno in particolare vinse un gruppo norvegese il cui nome era una sorta di presagio, i Lordi, con la canzone Hard Rock Halleluja che, come si può evincere dal nome, era una canzonaccia metallozza che glorificava il genere. Un evento facilmente rimuovibile da una memoria come la mia, se non fosse che i membri del gruppo, da sempre, si esibiscono truccati da mostri, troll e morti viventi. E non un trucco malfatto, blando, alla Marilyn Manson per dire, ma un trucco cinematografico fatto con tutti i crismi, tanto che a vederli sono terrificanti e assolutamente realistici. Insomma, tutto questo giro attorno al mondo per dire che, qualche giorno fa, ho scoperto che i Lordi hanno girato anche un horror, Dark Floors, diretto nel 2008 dal regista Pete Riski. Per curiosità l’ho visto ovviamente: un aborto, ma andiamo con ordine.

 


u1_DarkFloors


La trama: il padre di una bimba autistica decide di portarla via dall’ospedale dove la stanno curando, e per farlo si infila in un ascensore assieme ad un’infermiera che cerca di dissuaderlo e ad altri ameni personaggi. Peccato che quando l’ascensore si apre per farli uscire, i nostri si trovano davanti un ospedale vuoto, quasi in rovina e popolato da mostri mordaci e non certo amichevoli.


dark_floors_ox



E questo è quanto. Regista e sceneggiatori cercheranno di intortarvi con paradossi spazio/temporali, simbologie di lotta tra bene e male, fenomenali poteri cosmici in minuscoli spazi vitali (ovvero block notes e pastelli a cera), ma non cascateci, non è vero nulla: c’è un ospedale vuoto, ci sono i mostri. Vogliamo uscire dall’ospedale, i mostri ci mangiano e non ci lasciano uscire. Aiuto. In breve, raramente ho visto un film più curato dal punto di vista formale e più raffazzonato da quello narrativo. In teoria la trama dovrebbe concentrarsi sulla ragazzina che, pur essendo autistica, o forse proprio per quello, chi lo sa, dovrebbe essere in grado di comunicare in qualche modo con i demoni che popolano questa sorta di limbo spazio-temporale in cui sembrano essere finiti tutti quanti, ospedale compreso. Dico in teoria, perché all’inizio il regista inquadra spesso i cupi e orrendi disegni che la bambina, incavolata nera per la mancanza del pastello rosso, continua imperterrita a fare sul suo block notes. Ma, sarà perché i disegni non si capiscono, sarà perché in effetti non ci azzeccano nulla, piano piano il film si sposta su un altro binario, per cui forse la ragazzina è una sorta di Gandalf che i demoni vogliono eliminare/mangiare/rapire (in realtà non si capisce cosa ci vogliano fare o se a loro freghi qualcosa..) o forse semplicemente è successo che i Lordi non sapevano più che pesci pigliare e avran pensato che tanto lo spettatore a quel punto era già bello e annichilito, assolutamente disinteressato alla questione. L’unica cosa certa è che lo sfasamento temporale c’è, ma il perché sia stato causato e perché all’interno di un limbo temporale si debba tenere un concerto dei Lordi è qualcosa che mi sfugge. Mah.


df2


E voi direte “beh, però ci sono i Lordi che fan davvero paura”. Assolutamente no. Lo spettatore che guarda il film consapevole del fatto che i Lordi così conciati ci fanno i concerti, non può sperare di prendere sul serio ogni loro apparizione, con la fantasma Banshee troppo simile alla signora della biblioteca in Ghostbusters, l’uomo di sabbia che è praticamente identico all’Imothep de La Mummia con Brendan Fraser, e Mr. Lordi in persona che sfoggia nientemeno che due gigantesche ali di tenebra alla fine, gigioneggiando e ruggendo in maniera quasi imbarazzante mentre la bambina lo guarda con un misto di scazzo e pietà. Diciamo quindi che, nonostante gli effetti speciali si concentrino quasi esclusivamente sui membri del gruppo, i pezzi più inquietanti del film sono quelli in cui loro non compaiono, il che è tutto dire. Anche a tasso di gore stiamo davvero male per essere il film d’esordio di un gruppo di metallozzi così “cattivi”: una gamba smozzicata, qualche morto vivente e poco altro, e sottolineo che il tutto avviene fuori campo, non sia mai che gli spettatori si spaventino davvero. Spezziamo una lancia in favore degli attori? Assolutamente no. Tutti senza arte né parte, i personaggi potrebbero anche venire sterminati in massa, tanto nessuno ne sentirebbe la mancanza. Io sconsiglierei quello che alla fine è solo e semplicemente un interminabile video dei Lordi persino ai loro fan. Ma se volete farvi del male, accomodatevi.




Pete Riski è il regista di quest’immondizia, e ne è anche lo sceneggiatore. Prima dell’esperienza con i Lordi costui lavorava nel montaggio. Finlandese, ha 35 anni e ci auguriamo tutti che la sua carriera finisca qui.




juttulordileffa2MP_la


Skye Bennet interpreta la ragazzina autistica, Sarah. Costei, pur essendo inglese, è una dei pochi giovani attori anglosassoni a non aver fatto almeno una comparsata nei film di Harry Potter. Tra i suoi film ricordo il carinissimo Ballet Shoes con Emma Watson e il remake di un caposaldo del trash, che prima o poi recensirò: It’s Alive, ovvero Baby Killer. La fanciullina ha 14 anni.




skye_bennett_5268164


Noah Huntley interpreta il padre di Sarah, Ben. L’attore inglese, attivo principalmente in serie televisive, ha partecipato a film come 28 giorni dopo e Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l’armadio. Ha 35 anni e un film in uscita.


 noah


Ronald Pickup interpreta l’inutile e pseudomisterioso vecchiaccio Tobias. L’attore inglese è un veterano del piccolo e del grande schermo, e tra le sue pellicole rammento Il giorno dello sciacallo, Mai dire mai, Mission, Lolita (quello del 1997), Evilenko. Ha recitato nelle serie televisive Doctor Who e Matlock, ha 69 anni e un film in uscita.


ro


William Hope interpreta il “simpaticissimo” Jon. A differenza della maggior parte del cast, formato da inglesi, questo attore è canadese, e tra i suoi film ricordo Aliens – Scontro finale, Hell Bound – Hellraiser II, prigionieri dell’inferno, Il santo, XXX. Ha 54 anni e due film in uscita tra cui un film che aspetto con bava alla bocca: lo Sherlock Holmes di Guy Ritchie con Robert Downey Jr. e Jude Law!!


william_hope


E ora non posso fare altro che lasciarvi con la canzone che ha iniziato tutto questo scempio.. Hard Rock Hallelujah direttamente dall’Eurocontest 2006!! ENJOY e fateve due risate!


 


8 commenti:

  1. Ma quanto sono tamarri? XDD
    francamente però non pare nemmeno a me siano un granché come musica... o.ò

    Riguardo il film di cui ovviamente ignoravo l'esistenza, che dire... devo ancora capire dove sta il confine tra la tua passione per il trash horror ed il masochismo, tesora XD

    RispondiElimina
  2. utente anonimo30 luglio 2009 23:10

    Bisognerebbe abrogare un decreto legge che impedisca agli scndinavi di fare musica! XD

    RispondiElimina
  3. Strano che un cast, tutto sommato, abbastanza di rispetto, si sia ridotto a ciò. Non amo il genere, perciò difficilmente l'avrei guardato. Dopo la tua recensione, ne starò alla larga.

    RispondiElimina
  4. utente anonimo9 gennaio 2010 19:36

    Vero che la trama non da spiegazioni...
    Vero che i LORDI (se li conosci come gruppo) non fanno paura...
    Vero che gli attori se potevano impegnare di piu....

    ma avete pensato al vecchietto che nel finale dice: "non sento piu freddo" e che la bimba durante il film gli dice: "ti prometto che non sentirai piu freddo?"

    ... sicuramente un film di serie B, ma un filo di trama regolare c'è!!!
    Si dice che le persone AUTISTICHE vivano in un mondo tutto loro, dove tempo/eventi/dolore ecc. (cose alle quali noi "normali" facciamo caso constantemente) fanno solo da cornice a quello che la loro mente pensa.
    Essi hanno la capacità di distaccare la loro mente dal mondo che li circonda (realtà) e avvolta entrano in mondi paralleli che noi umani non riusciamo a percepire....
    Evidentemente con la bambina il regista &co. volevano mandare questo messaggio:

    Il male può essere sconfitto con l'innocenza.. rappresentata da una bimba autistica.

    io la vedo cosi.

    Certo è vero che il film lascia agli spettatori la possibilità di dare un senso logico... fate vobis.

    RispondiElimina
  5. E' un'interpretazione sensata, ovviamente ^__^

    Il pezzo che citi tu, nonostante abbia cercato di dimenticare il film, lo ricordo bene, ma in generale come film lo ritengo un pò pretestuoso e sicuramente esistono pellicole migliori per trattare un argomento delicato come l'autismo: qui è stato un pò reso come una baracconata mistica.

    De gustibus, in fondo!

    Torna a passare di qui ^__^

    RispondiElimina
  6. tanta gente che spara sentenze alla cazzo di cane solo perche uno si improvvisa critico e spara merda a gente che insieme alla sua musica usa costumi e maschere per rendere la cosa più teatrale e coinvolgente, e poi tutta la gente IGNORANE IN MATERIA tanto per farsi vedere gli sfotte e sfotte il film perche è una merda, ma magari si guarda i film di barbie e ascolta justin biber e i frokio pensando che quella sia musica, ma non sapendo neanche cos'è e come si fa MUSICA  non sanno che TUTTA la musica commerciale è fatta ormai con basi MIDI fatte a pc e loop , mentre le uniche modifiche che fanno alle canzoni dei lordi e di gruppi simili sono modificazione di frequenze equalizzazione degli strumenti rimozione dei rumori di fondo , aggiunta magari di qualche suono di sottofondo e correzione del intonazione degli strumenti se in caso sbagliano durante la registrazione,ma mi sa che è fiato sprecato con voi visto che non sapete distinguere un basso da una chitarra

    RispondiElimina
  7. Utente anonimo,riportiamo la discussione su termini un pò più civili, please.Innanzitutto parti dal preconcetto sbagliatissimo che qui si voglia fare critica. Qua si fa, per usare termini terra terra, cazzeggio allo stato puro. Prendilo come un blog dove invece di scrivere banalmente cosa faccio durante il giorno, i 1800 motivi per cui la vita fa schifo, ogni barzelletta esistente su Chuck Norris o le mie deprimenti composizioni sulla vita, l'amore e la morte,  metto nero su bianco i miei pensieri dopo l'aver visto un film.Siccome qui si fa cazzeggio ne consegue che, come avrai capito, non pretendo che ciò che scrivo sia sacrosanta verità né paragonabile a recensioni di veri "addetti ai lavori". Detto questo, è vero, sono ignorante in materia musicale e non mi vergogno ad ammetterlo (i due gruppi che hai citato non so nemmeno chi siano, esiste davvero qualcuno che si farebbe chiamare FROKIO? Complimenti...), ma anche fossi un esperto in materia, perché dovrei andare a tediare la gente che magnifica, appunto, i Frokio e compagnia su un blog? Quello che ascoltano o meno saranno affari loro, mi basta solo non leggere quello che scrivono e spendere il mio tempo in maniera più proficua. Personalmente trovo i Lordi, come tutti i gruppi simili a loro, un elemento di divertente folklore musicale. Non posso farci nulla, li trovo ridicoli, ma non in senso negativo. Mi fanno ridere, punto, e riportando la discussione su un tema prettamente cinematografico non vedo l'utilità di un film con loro come protagonisti se quello che mi propongono è un fanta-horror banalotto, sconclusionato e che non fa nemmeno paura. Mi viene da chiedermi se tu lo abbia almeno guardato questo Dark Floors, o se d'amblé lo ritieni intoccabile perché ti piacciono i Lordi e la musica che fanno. A me piace Madonna, ma come attrice è una cagna. Giocavo con Barbie (lo ammetto, che vergogna!!!) ma non guardo i suoi film. Anzi, perché no? Ora provo a guardarmene uno e lo recensisco, in fondo un cinefilo deve vedere di tutto per potere essere obiettivo XDXD Torna pure a scrivere sul blog, Utente Anonimo paladino dei Lordi, magari la prossima volta leggendo quello che scrivo senza presupporre che io sia una bimbaminkia; diciamo che non è carino né cortese e che ci sono altri modi per difendere i propri beniamini.

    RispondiElimina
  8. caro anonimo, la gente è IGNORANE in materia, che ci vuoi fare?

    RispondiElimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...