martedì 21 gennaio 2014

Grabbers (2012)

Qualche giorno fa ho cominciato a visionare i film cortesemente regalati a Natale dal gentilissimo Roberto. Il primo è stato Grabbers, diretto nel 2012 dal regista Jon Wright.


Trama: in una sperduta isoletta irlandese avvengono strane, inspiegabili sparizioni. Due poliziotti cominciano a indagare e presto si troveranno davanti un'orrenda minaccia aliena con uno strano punto debole...


Grabbers è un divertente horror fantascientifico che mi è piaciuto parecchio per un paio di motivi. Innanzitutto perché è ambientato in Irlanda e questo significa, guardandolo in lingua originale, poter godere dell'idioma locale e del meraviglioso accento di quelle parti, nonché rifarsi gli occhi con lo spettacolare verde delle colline e l'azzurro del mare. Seconda cosa, perché a tratti mi ha ricordato la trilogia del Cornetto e il suo geniale miscuglio di seri momenti horror girati e sceneggiati alla perfezione (un paio di salti sono garantiti!) e supercazzole da commedia demenziale condite da litri e litri di birra e wiskey, elementi fondamentali per la trama (altro non dico per non fare spoiler ovviamente!); alle suggestioni "Cornettiane" aggiungete anche un pizzico di Gremlins, Tremors e Attack the Block e avrete una vaga idea dell'atmosfera che si respira in Grabbers. Last but not least, inoltre, i personaggi sono caratterizzati benissimo e sono molto credibili in ogni loro azione o reazione, a partire dai due "garda" Ciáran e Lisa per arrivare a tutti gli altri abitanti dell'ameno paesino tra i quali, ovviamente, spiccano il vecchio ubriacone Paddy e il rassegnato padrone del pub, Brian. Purtroppo, non si può parlare di capolavoro perché tutti questi elementi non raggiungono l'equilibrio miracoloso dei film dell'altro Wright, soprattutto perché spesso la sceneggiatura dimentica la presenza degli alieni per concentrarsi più sull'aspetto "ridicolo" della trama, ma il ritmo si mantiene sostenuto per tutta la durata della pellicola.


Quanto ai Grabbers del titolo originale, non sono affatto male. Per fortuna non accade, come in altri film, che alla vista del mostro subentri il diludendo (causato magari da orrendi effetti CG) dopo un paio di misteriose sequenze in cui la gente viene letteralmente presa e trascinata fuori dall'inquadratura, anzi: come direbbe lo sfortunato Adam, il mostrone clou è bellissimo, un'imponente creaturona tentacolata dotata di un'inquietante bocca risucchiante, ma anche le sue versioni più piccole (e in quanto tali seviziate con prepotenza e alcoolica baldanza!) sono sufficientemente impressionanti e schifosette. Uno dei difetti di Grabbers è che forse il finale viene liquidato un po' più velocemente e banalmente di quanto avrebbe meritato, nonostante quella zampata finale che non deve mai mancare ai veri horror, ma nel complesso non c'è stata nemmeno una sequenza che mi abbia lasciata con l'amaro in bocca... e soprattutto non ci sono falsi moralismi per quel che riguarda l'alcoolismo (la rivelazione di O'Shea in merito è geniale). Se vi piace questo genere di contaminazione tra commedia e horror e amate l'atmosfera casereccia e compagnona che si respira in molte pellicole indipendenti britanniche o irlandesi direi proprio che Grabbers farà al caso vostro e vi garantirà un'ebbra serata all'insegna della spensieratezza!

Jon Wright è il regista della pellicola. Irlandese, prima di Grabbers ha diretto un paio di corti e l'horror Tormented. Anche sceneggiatore, ha 42 anni e un film in uscita.


Richard Coyle interpreta Ciarán O'Shea. Inglese, ha partecipato a film come The Libertine, Un'ottima annata e W.E. - Edward e Wallis. Ha 41 anni e due film in uscita.


Chiudiamo con i soliti consigli: se Grabbers vi fosse piaciuto non perdetevi film come Tremors, Aracnofobia e Slither. ENJOY!


18 commenti:

  1. Risposte
    1. Scemo ma a suo modo intelligente :P

      Elimina
  2. Un gioiellino. Piaciuto molto anche a me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo immaginavo! Il buon vecchio paneesalamismo qui scorre a fiumi! :)

      Elimina
  3. eh eh mi accodo! Una piccola chicca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! Devo ringraziare il mio spacciatore di fiducia :)

      Elimina
  4. Davvero molto molto carino, confermo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono arrivata in ritardo, l'avevate già visto quasi tutti :)

      Elimina
  5. Prendo appunti e provo a recuperarlo almeno in Streaming, ci sono tutti gli elementi che lo portano ad essere un Film nelle mie corde. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me è facilmente reperibile, cercalo perché è molto divertente!

      Elimina
  6. carino. non memorabile, però per una serata spensierata e molto alcolica ci sta tutto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora organizziamo serata alcoolica tra blogger prima o poi! :P

      Elimina
  7. Un film che diverte e intrattiene. Io direi che al giorno d'oggi è un traguardo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vista la qualità media dei film horror che sto guardando ultimamente direi proprio di sì!

      Elimina
  8. Da come ne parli tu insieme agli altri blogger, mi sa che me lo dovrò vedere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente, è simpaticissimo e merita una visione :)

      Elimina
  9. I tentacoli non mi fanno paura :)
    Penso che lo devrò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente un horror a portata di Arbitro, eh? :P

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...