lunedì 20 gennaio 2014

Get Babol! special Armadillo edition

Buon lunedì a tutti! Oggi il sito GetGlue non ha consigliato nulla per quel che riguarda le uscite USA: certo, questa settimana faranno il suo debutto I, Frankenstein, che sembrerebbe una porcata epica (e uscirà giovedì anche in Italia), e Knights of Badassdom, commedia fantasy-nerd con Peter Dinklage, sicuramente più simpatica dell'ennesima rivisitazione del mostro di Mary Shelley, almeno sulla carta, ma pare che non rientrino nei miei gusti.
Quindi, perché non parlare invece della notizia del giorno, il mio regalo di Natale e compleanno anzitempo, partita dal sito di Zerocalcare?


Il meraviglioso volume La profezia dell'Armadillo (il mio preferito tra quelli finora pubblicati, per inciso) diventerà un film, scritto a quattro mani da Zerocalcare, Valerio Mastandrea, Oscar Glioti e Johnny Palomba, un bel gruppetto, non c'è che dire!
Il resto, come si dice, ha da venì, non si sanno ancora né il nome dell'eventuale regista né quello degli attori e qui, trattandosi di cinema italiano, possiamo solo incrociare le dita e sperare che non venga fuori una porcata.

Zerocalcare stesso ha già affermato sul blog che il film sarà sì basato sul libro ma conterrà molte cose nuove, tuttavia spero che lo spirito dell'opera, divertente, nostalgica, malinconica e dolorosa, rimanga inalterato: alla fine, sinceramente, chi vorrebbe vedere un orrendo Armadillo in CG? Chi vorrebbe la riproduzione pedissequa di un fumetto palesemente scritto e disegnato col cuore? Mi farebbe impressione forse anche vedere Zero, il Secco, Camille o Lady Cocca vagare per lo schermo, così diversi dai personaggi che bucano la pagina ad ogni comparsa.
Ma se, come ho detto, lo spirito della Profezia verrà mantenuto e sostenuto da una bella regia e da bravi attori ci sarà indubbiamente ancora speranza per il cinema e il fumetto italiani.
Intanto, andrò a vederlo sulla fiducia, oh.
D'altronde "Si chiama Profezia dell'Armadillo qualsiasi previsione ottimistica fondata su elementi soggettivi e irrazionali spacciati per logici e oggettivi, destinata ad alimentare delusione, frustrazione e rimpianti, nei secoli dei secoli. Amen".
Quindi, parto coi migliori auspici. Se poi non rimarrò soddisfatta, era destino, sticazzi.

21 commenti:

  1. Volume molto carino, ma certamente non il Capolavorone di cui molti mi avevano parlato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. L'autore ha realizzato un buon lavoro, una bella narrazione con una bella mano per il disegno. Divertente e allo stesso tempo amaro e nostalgico. Certo che da qui a diventare il caso editoriale degli ultimi anni... insomma merita il successo ma è un po' sopravvalutato.

      Elimina
    2. Parlando de La profezia dell'armadillo, è uno dei fumetti che ho letto più con piacere ed è una cosa che non mi succede spesso. Mi ha emozionata, fatta ridere, riflettere e immalinconire parecchio, forse perché mi sono riconosciuta al 90% nelle situazioni e nel personaggio. Quindi posso tranquillamente gridare al "miracolo".
      Un polpo alla gola e Ogni maledetto lunedì su due sono molto carini, divertenti ma non ai livelli de La profezia, mentre Dodici è stato un po' diludendo.
      In definitiva credo che Zero meriti tutto il successo che sta avendo e se anche il cinema si è accorto di lui ben venga, basta che il risultato sia all'altezza dell'originale! :)

      Elimina
  2. Non sono ancora riuscita a convincermi a prendere i volumi di Zerocalcare, anche se seguo regolarmente il suo blog ^^
    In ogni caso l'idea del film sembra carina ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che almeno La profezia dell'Armadillo andrebbe preso, Ogni maledetto lunedì su due è la raccolta delle storie sul blog con l'aggiunta di A.F.A.B. e una storia inedita a fare da "collante", Un polpo alla gola è una storia legata a doppio filo all'infanzia ed è molto gradevole. Fossi in te almeno La profezia e Un polpo alla gola li prenderei :)

      Elimina
  3. Ecco, io non ho ancora mai letto niente di Zerocalcare. Mi consiglieresti questo per cominciare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente sì e anche Un polpo alla gola. A meno che tu non ti innamori di Zero com'è successo a me, Ogni maledetto lunedì su due è "trascurabile" (nel senso che puoi andare direttamente a leggerti il blog) mentre Dodici è stato un po' diludente...

      Elimina
  4. Ho un po' paura del film, non vorrei che facesse la fine del cartone animato di Rat-man: il fumetto è geniale e divertentissimo, il cartone invece non fa per niente ridere! Incrocio le dita perché trasformare un fumetto del genere è quasi impossibile, si perdono i tempi comici, la battuta su carta non necessariamente fa ridere con altri media, staremo a vedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su RatMan siamo d'accordissimo, il cartone era una ciofeca.
      Con Zerocalcare spero succeda com'era accaduto ai tempi con Dylan Dog e Dellamorte Dellamore (per quanto quest'ultimo fosse al 50% rovinato da attori incapaci e un paio di baracconate): personaggi simili ma diversi, stesse, importantissime atmosfere.

      Elimina
    2. Ma Dellamorte Dellamore cosa c'entra con Dylan Dog? Se ricordo bene (e spero che non stia scrivendo una cazzata di proporzioni epiche) sono due prodotti indipendenti.

      Elimina
    3. Sì sì sicuramente!
      Ma le atmosfere erano quelle, malinconiche, poetiche, horror... e il personaggio del film era ricalcato anche per aspetto su quello del fumetto (Rupert Everett, la pistola, le donne...).
      Quel che voglio dire è che anche se non ci saranno personaggi che si chiamano Secco, Calcare, Camille, ecc. e la storia non sarà fedele al 300% conteranno le atmosfere, i pensieri, i concetti... :)

      Elimina
    4. Aaaaaaah ok, su questo siamo d'accordo, avevo frainteso il commento ;)

      Elimina
  5. Io ho già detto la mia ieri sul Soccia-netuorch: VEDO. All In. Poi al massimo lo manno a magnà sapone allui, i suoi soci coatti e 3/4 del rione suo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovvio, dai. Vediamo prima di giudicare :)

      Elimina
  6. eh eh eh ho beccato il tuo commento su zero calcare!
    questa è una bellissima notizia, spero che il film mantenga lo spirito del libro, potrebbe pure venire fuori una cosa molto carina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la prima volta che commento una storia di Zero ma stavolta non potevo esimermi! :)

      Elimina
  7. Io ho una paura fottuta che esca uno schifo. Lo dico apertamente...
    Ho paura che esca un filmetto alla "Paz!", che non ha nulla a che vedere con la magnificenza dell'autore (povero Pazienza... )
    Ho paura un sacco.
    Se giocassero sull'animazione totale sarebbe diverso.
    Pensa a dare il film il mano ad uno studio d'animazione (magari underground) che ti fa le cose come si deve. La sfodererebbe di brutto!
    Uscire un cult come "Fritz il Gatto"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io dopo l'orrore di RatMan preferisco invece un film. Bisogna aspettare fiduciosi e con tranquillità zen!

      Elimina
    2. Il problema di Ratman è stato uno solo.
      Uno solo ma letale...
      E' andato in mano alla Rai, che deve confezionare prodotti per famiglie. Solo per questo motivo la serie è stata un fallimento totale

      Elimina
    3. Mi sa che hai ragione XD

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...