domenica 6 settembre 2015

Minions (2015)

Uscita dritta dritta dalla visione di Minions, diretto dai registi Kyle Balda e Pierre Coffin, ecco un paio di impressioni a caldo su questa pellicola che aspettavo tanto!


Trama: "orfani" di padrone, i minion Stuart, Bob e Kevin vanno in spedizione per conto dell'intera tribù e si imbattono in Scarlett Sterminator, una supercattivissima che vuole rubare nientemeno che la Corona d'Inghilterra...


Cosa sarebbero Cattivissimo Me e il suo sequel senza i Minions? Ammettiamolo, è dal 2010 che stavamo tutti aspettando un film che vedesse i buffi esserini gialli protagonisti assoluti. Quest'anno il nostro desiderio si è avverato e Minions si è confermato, almeno per quel che mi riguarda, un esperimento riuscitissimo, simpatico, garbato e (soprattutto!) della giusta durata: un'ora e mezza di avventure del dinamico trio Stuart, Bob e Kevin è la perfetta via di mezzo tra un cortometraggio poco soddisfacente e un'ininterrotta, lunghissima sequenza di gag che dopo un po' diventerebbe pesante come un macigno. La storia, introdotta da un serissimo Alberto Angela che ci mostra le origini degli ometti gialli (nonché le tristi dipartite dei padroni nel corso delle ere ma non spiega come fanno i Minions a riprodursi, papà Piero non apprezzerebbe tanta superficialità!), si focalizza solo su tre Minions i cui caratteri uniti creano delle dinamiche parecchio esilaranti e, parallelamente alla loro odissea tra Orlando e Londra, riesce anche a seguire con poche, spassose e caotiche sequenze, le vicende del resto della tribù. A fare le spese dello zelo adorante di Stuart, Bob e Kevin sono la cattivissima Scarlett Sterminator e il marito Herb, malvagia osannatissima la prima ed innamoratissimo emulo di Austin Powers il secondo, che come "prova" per assumere i Minions pretendono la corona d'Inghilterra; il film verte interamente sul tentativo dei tre Minions di recuperare il preziosissimo oggetto e sulle impreviste conseguenze del loro gesto scellerato, offrendo al pubblico una simpatica parodia dei film "di spionaggio" e, soprattutto, tutta quella serie di stupidissimi stereotipi britannici che fanno sempre tanto ridere, per di più ambientati all'epoca della Swinging London. Ovviamente non vi racconto nello specifico cosa succederà nel film ma preparatevi a sciogliervi davanti alla dolcezza di Bob, a strapparvi i capelli di fronte alla badassitudine di Stuart e ad entusiasmarvi davanti alla determinazione di Kevin; se non ci fossero loro il film sarebbe ben poca cosa anche perché purtroppo Scarlett Sterminator è tanto cattiva quanto loffia, non certo una nemesi adatta a un branco di scalmanati e carismatici esserini gialli.


Passando all'aspetto tecnico, Minions è coloratissimo, perfettamente animato e soprattutto prevede una serie di numeri musicali che sono quasi più belli e divertenti dell'intero film, sui quali spiccano l'ipnotica danza "bollywoodiana" delle guardie all'interno della Torre di Londra e il numero d'avanspettacolo fatto per festeggiare ed intrattenere il gelido "Capo" delle grotte ghiacciate. Ma la cosa che ho trovato assolutamente spettacolare di Minions, che mi ha lasciata a bocca aperta per tutta la sua durata, alla faccia di tutti gli sforzi dei validissimi animatori, sapete qual è stata? Sentirli parlare, ovvio!! E' vero che i Minions parlavano già nei due Cattivissimo Me ma stavolta il loro meraviglioso patois fa da "colonna sonora" all'intero film, non solo in qualche sequenza, ed è affascinante cercare di dare un senso a quell'inglese italianizzato, mezzo francese, un po' spagnolo, condito da un pizzico di tedesco e zeppo di parole prese da altri idiomi e messe apparentemente a caso che è il loro linguaggio. Con un po' d'attenzione si può capire tutto quello che dicono e dare anche delle rozze regole grammaticali al minionese (tranne forse durante il discorso di Bob. Quello effettivamente mi ha lasciata perplessa...) e non avete idea di quanto mi piacerebbe imparare a parlarlo come fa Pierre Coffin, di cui per fortuna hanno mantenuto la voce originale. Sì perché se vogliamo proprio trovare un neo a questo piacevolissimo cartone animato, è proprio il doppiaggio italiano. La Litizzetto come Scarlett Sterminator, col suo "pinoli" usato per rivolgersi ai Minions, è fastidiosa come al solito, la parola "guappo" in bocca al mollo Fabio Fazio, doppiatore di Herb, non si può sentire (e chissà cosa dice il personaggio in originale...) e anche Riccardo Rossi è inascoltabile quando doppia Walter Nelson (in America avevano Michael Keaton. No, per dire). Peccato, perché senza questo dettaglio Minions sarebbe perfetto. Non un cartone particolarmente memorabile ma sicuramente un prequel degno degli originali! Ah, e non alzatevi durante i titoli di coda, mi raccomando!


Del co-regista e voce dei Minions Pierre Coffin ho già parlato QUI mentre Sandra Bullock (voce originale di Scarlett Sterminator), Jon Hamm (Herb Sterminator), Michael Keaton (Walter Nelson), Allison Janney (Madge Nelson), Geoffrey Rush (il narratore) e Steve Carell (Gru) li trovate ai rispettivi link.

Kyle Balda è il co-regista della pellicola. Americano, ha co-diretto anche Lorax - Il guardiano della foresta e ha lavorato come animatore e doppiatore.


Steve Coogan (vero nome Stephen John Coogan) è la voce originale del guardiano della Torre. Inglese, incarnazione del personaggio comico Alan Partridge, ha partecipato a film come Il giro del mondo in 80 giorni, Marie Antoinette, Una notte al museo, Hot Fuzz, Tropic Thunder, Una notte al museo 2 - La fuga, Notte al museo: Il segreto del faraone e a serie come Little Britain; come doppiatore aveva già lavorato in Cattivissimo me 2. Anche produttore, sceneggiatore e compositore, ha 50 anni e due film in uscita.


Minions segue Cattivissimo me e Cattivissimo me 2 e nel 2017 sarà raggiunto da Cattivissimo me 3; nell'attesa, se Minions vi fosse piaciuto recuperateli tutti e aggiungete Home - A casa, Big Hero 6, Monsters & Co. e Monsters University. ENJOY!

20 commenti:

  1. Simpatici i Minions, ma il film non è gran cosa.
    Ne parlerò anche io a breve.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io andavo giusto per la simpatia dei Minions, non mi aspettavo nulla di più e nulla di meno :)

      Elimina
  2. Non vedo l'ora di vederlo,mi dà di una cosa simpaticissima da cervello staccato.
    E ambientato nella mia amata GB,poi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I momenti British sono molto carini! :D

      Elimina
  3. Inizio micidiale, poi si spegne quasi subito, resta un giochino divertente solo per cogliere tutte le citazioni e gli omaggi ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come diceva Mel sopra, cervello staccato, aMmore per i Minions e via!

      Elimina
  4. Mmh, non penso che lo vedrò mai. In realtà io sono una di quelle poche persone a cui non è piaciuto Cattivissimo me e che per questo rimarrà sola per tutta la vita. Quasi due ore di film con i minions da protagonisti penso che non riuscirei a sopportarle, consapevole della meraviglia dell'animazione alla quale sto rinunciando.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei più Cattivissima di Gru allora!!
      Scherzi a parte, se non ti ha entusiasmato il Cattivissimo fai bene ad evitare i Minions, che nulla aggiungono alla trama del primo....

      Elimina
  5. ma si, caruccio dai..tra poco anche da me..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che in questi giorni ne parleremo un po' tutti :)

      Elimina
  6. Per apprezzare un cartone come Minions, e per elaborarne una recensione elegante e sapientemente ricca come questa, ci vuole una recensitrice di settore come te.
    Adoro le tue recensioni, ancor di più se descrivi un film che ho visto.
    Al di là del semplice parere che si può dare ad un cartone, se considerato nel senso stretto del termine, i Minions sono molto di più, pertanto trovo che il giudizio debba essere analitico e non banale.

    Buona giornata
    Enza

    ps ma quanto è tenero bob! Mi fa piangere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me fai piangere tu, grazie delle belle parole!!! :D
      Comunque Bob è delizioso col suo "Le Pucci!" *__*

      Elimina
  7. Capisco che ti possano piacere i Minions, però il film è davvero una robettina modestissima.
    Per scrivere la sceneggiatura non c'avranno impiegato più di 10 minuti. Almeno spero per gli autori... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbé ma un cartone per bambini, cosa vi aspettavate tutti? :D

      Elimina
  8. Carino, ma sono sempre del parere che i Minions devono limitarsi ai cortometraggi (o come spalle).
    Ammetto che a piccolissimi tratti ho sbadigliato.
    Però per i bambini è una festa: i piccoli di casa si sono divertiti troppo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino! Io mentalmente ho l'età di una bimba di 6 anni! XD

      Elimina
  9. Pur piacendomi i Minions a me non è piaciuto proprio per nulla sto film... Ai bambini sarà piaciutissimo immagino, ma a parte qualche gag divertente non ci ho trovato nulla di piú

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siete tutti insensibili u__u Non avete compreso il potere della Banana!!! XD

      Elimina
  10. Volevo assolutamente vederlo, ma poi sono partita per il Giappone e in qualche modo me ne sono dimenticata. Lo ammetto, avevo anche un po' paura che potesse essere una cagata pazzesca, ma dopo questa recensione ho ripreso fiducia. Per fortuna al cinema c'è ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo prendi per il divertissement che è, senza aspettarti troppo, lo troverai molto carino! :)

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...