venerdì 25 novembre 2016

Animali fantastici e dove trovarli (2016)

Dopo gli Animali notturni di Tom Ford è arrivato il momento degli Animali fantastici e dove trovarli (Fantastic Beasts and where to Find Them), diretto da David Yates e sceneggiato da J.K. Rowling in persona!


Trama: il mago inglese Newt Scamander approda a New York con una valigia piena di Bestie Magiche proprio quando in città comincia a manifestarsi un pericoloso Oscuro. I sospetti del Ministero della Magia Americano ricadono ovviamente su Newt ma la verità sull'origine dell'Oscuro è ben più pericolosa...


Chiusa la parentesi Harry Potter e la maledizione dell'erede (che, peraltro, ho letto senza trovarlo abominevole come tanti avrebbero voluto far credere) è giunta di nuovo l'ora, per gli appassionati, di tornare ad immergersi nelle atmosfere magiche create da J.K. Rowling e il viaggio questa volta non parte proprio da Hogwarts, bensì dal libriccino Gli animali fantastici: dove trovarli, scritto dalla Rowling nel 2001 a scopi benefici. Il libro in questione è uno dei testi che Harry, Ron ed Hermione vengono costretti a studiare nei romanzi e, alla faccia degli scopi benefici, la Rowling ha deciso di trarne una serie di cinque film legati anche ad alcuni avvenimenti che si trovano solo sul sito Pottermore, ampliando di fatto la sua ormai tentacolare presa sui nerd di tutto il mondo e aumentando esponenzialmente le proprie finanze. Sospendo un attimo la critica morale sulla natura bieca di questa operazione chinando il capo con vergogna perché, pur consapevole di tutto ciò che ho detto sopra, Animali fantastici e dove trovarli mi è piaciuto molto, per un paio di motivi. Innanzitutto, Animali fantastici e dove trovarli è fruibile anche da un neofita poiché è stato scritto sfruttando il punto di vista privilegiato del no-mag Jacob, dell'englishman in New York Newt Scamander e di un mondo magico ancora privo dell'agevole manuale di quest'ultimo e, seconda cosa ma non meno importante, fa piazza pulita di tutte le trame legate al Prescelto e Colui-che-non-deve-essere-nominato, offrendo qualcosa di nuovo e fresco anche per gli appassionati. Il gusto della "scoperta" è dunque l'emozione che governa il film dall'inizio alla fine e che rende giustizia al titolo in quanto, al di là dell'indispensabile sotto-trama "oscura" che spero verrà sviluppata meglio nei prossimi capitoli della saga, sotto i riflettori ci sono principalmente gli Animali Fantastici. Quello di Newt è un personaggio molto delicato, un outsider capace di rendersi speciale e unico in virtù del rapporto privilegiato che ha con le bestie del mondo magico, rapporto coltivato grazie ad un'incredibile dose di sensibilità combinata con pazienza, passione e sincero amore per queste creature; accompagnati dalla mano esperta dello zoologo, noi spettatori ci mettiamo nei panni del no-mag Jacob e testimoniamo incantati un mondo precluso non solo ai normali esseri umani ma anche alla maggior parte dei maghi i quali, come abbiamo già avuto modo di evincere dai romanzi di Harry Potter e come viene ulteriormente chiarito in questo film, formano una comunità di individui elitari, diffidenti, superbi e crudeli. Nel mondo magico degli anni ’20, afflitto dallo spauracchio di Grindelwald, le bestie amate da Newt vengono bollate semplicemente come mostri, vige il divieto di sposare babbani e la pena di morte viene elargita con un sorriso, tanto che il cieco terrore mostrato dai cosiddetti Salemiani non appare poi così infondato: quello di Newt Scamander è pertanto un universo più “adulto”, dove i ricordi di scuola sono ormai lontani e mitizzati e chi non riesce ad adeguarsi alle severe leggi vigenti oppure ad usare al meglio la magia viene trattato da reietto se non addirittura obliviato e ucciso.


Aggiungere qualcos’altro relativamente alla trama imbastita dalla Rowling è peccato mortale, il bello di Animali fantastici e come trovarli è proprio quello di godersi una storia nuova, all’interno della quale le dinamiche tra i personaggi principali e la natura dei villain (sotto alcuni aspetti prevedibili, per altri meno) sono tutte da scoprire per poi cominciare a ricamare tutta una serie di congetture, pensieri e speranze. Quello che posso dire è che il bestiario messo in piedi dai tecnici degli effetti speciali è delizioso; accanto all’inevitabile omaggio ad animaletti già comparsi nei film precedenti che però in questa pellicola ottengono un ruolo maggiore, come per esempio l’asticello, compaiono finalmente bestiole mitiche come lo Snaso (mattatore indiscusso di buona parte del primo tempo) e il Purvincolo e si aggiungono quegli animali che i lettori del libro della Rowling aspettavano da tempo di vedere portati in vita. Da bambina quale sono, mi sono innamorata sia del mondo nascosto all’interno della valigia di Newt, un trionfo di CG combinata alla bellezza artigianale delle scenografie classiche, sia delle adorabili bestie piumate e pelose che i nostri devono recuperare (lo scimmiesco Demiguise è tenerissimo ma il premio dolcezza va agli Occamy e, soprattutto, al meraviglioso Tuono Alato di nome Frank, che interagisce assieme ad Eddie Redmayne con una naturalezza incredibile), e ammetto che anche se il film fosse stato carente per quel che riguarda il reparto “battaglie a colpi di bacchetta magica” sarei uscita comunque molto soddisfatta. Da fangirl quale sono (quindi non solo bimbaminkia), mi sono anche ritrovata a fare un tifo spaventoso per la buona riuscita di una relazione sentimentale tratteggiata magnificamente, scritta da una Rowling particolarmente ispirata e interpretata da due attori che, non me ne vogliano quelli principali e soprattutto le fan di Redmayne che mi pare sempre più assimilabile per aspetto fisico al rospo Demetan, mi sono rimasti nel cuore più di tutti gli altri, ovvero il cicciotto Dan Fogler e la svampita Alison Sudol, che spero verranno riconfermati anche nel prossimo film. Redmayne, come ho detto, continua a non piacermi ma per il personaggio schivo di Newt Scamander sfodera un linguaggio corporeo e un'interpretazione a dir poco perfetti mentre se devo proprio trovare un difetto al film lo ricercherei nell’insipienza di Tina e dell’attrice che la interpreta, difetto superato solo da un diludendo finale con tanto di occhi roteati che ovviamente non spoilero. A parte questo, mi unisco all’inaspettato applauso spontaneo partito in sala durante i titoli di coda e confermo quello che ho scritto su Facebook appena uscita dalla visione: cinematograficamente parlando, Animali fantastici e dove trovarli è MOLTO meglio di Harry Potter. E ora, resta "solo" da aspettare il 2018!  


Del regista David Yates ho già parlato QUI. Eddie Redmayne (Newt Scamander), Colin Farrell (Graves), Katherine Waterston (Tina Goldstein), Dan Hedaya (Red), Jon Voight (Shaw senior) e Ron Perlman (Gnarlack) li trovate invece ai rispettivi link.

Samantha Morton interpreta Mary Lou. Inglese, la ricordo per film come Minority Report, The Libertine e Elizabeth: The Golden Age. Anche regista, sceneggiatrice e produttrice, ha 41 anni e un film in uscita.


Dan Fogler interpreta Kowalski. Americano, ha partecipato come doppiatore a film quali Kung Fu Panda e a serie come American Dad! e Robot Chicken; come attore, è comparso in serie quali Hannibal. Anche regista, produttore e sceneggiatore, ha 40 anni e tre film in uscita.


Ezra Miller interpreta Credence Barebone. Americano, ha partecipato a film come ... e ora parliamo di Kevin, Noi siamo infinito e Suicide Squad. Ha 24 anni e tre film in uscita, ovvero Justice League, The Flash e Animali fantastici e dove trovarli 2.


Carmen Ejogo interpreta Seraphina Piquery. Inglese, ha partecipato a film come The Avengers - Agenti speciali, Anarchia - La notte del giudizio e Selma - La strada per la libertà. Ha 43 anni e due film in uscita tra cui Alien: Covenant.


Una curiosità divertente sul film: Eddie Redmayne aveva fatto il provino per interpretare Tom Riddle in Harry Potter e la camera dei segreti ma era stato subito scartato mentre, una volta arrivato il successo, è stato la prima ed unica scelta per il ruolo di Newt Scamander. Michael Cera invece ha rinunciato a partecipare come Jacob Kowalski, preferendo lavorare come doppiatore di Robin nell'imminente The Lego Batman Movie. Nell'attesa che esca Animali fantastici e dove trovarli 2, previsto per il 2018, se il film vi fosse piaciuto consiglio di recuperare tutti gli Harry Potter scritti e cinematografici. ENJOY!

20 commenti:

  1. Ero curiosissima di leggere la tua recensione. Condivido tutto! Sono entusiasta di questo film e non vedo l'ora che esca il prossimo, non mi interessa se la Rowling diventerà imperatrice del mondo grazie ai miei soldi.
    Tina è proprio insipida (quando il mio ragazzo mi ha detto che l'ha trovata gnocca mi sono posta domande). Fangirlismo a mille per Dan Fogler e Alison Sudol che invece sono meravigliosi!
    Cera come Kowalski non lo vedo per niente @_@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, la maledetta Rowling sta campando grazie anche alla mia passione per Cormoran Strike quindi devo stare zitta, a 'sta donna i soldi li regalo proprio XD
      Purtroppo sì, l'attrice che interpreta Tina è MOLTO insipida. Però a posteriori il personaggio è degno complemento di Newt (che, francamente, non lo vedo proprio con una Lestrange a meno che non sia per farsi gabbare come un pollo!) quindi va bene così. Ma nel prossimo film rivoglio Queenie e Jacob, altro che balle!! XD

      Elimina
  2. Ho dato la precedenza ai notturni, ma guarderò ovviamente anche questi animali qui... ho letto così tante recensioni entusiaste che non potrei fare altrimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho dato precedenza a quelli ma questo è davvero carino, l'ideale per il fanciullino interiore :D

      Elimina
  3. Dopo questa recensione temo proprio che diventerò anche io un sovvenzionatore della Rowling. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per le tasche dei fan J.K. Rowling è IL male XD

      Elimina
  4. Sono felicissimo che piaccia così tanto.
    Purtroppo, da me arriverà un po' in ritardo al solito. O almeno do per scontato che arrivi. Con l'influenza, preferisco non spostarmi troppo: potrei essere portatore di peste bubbonica o simili. Concordiamo anche sulla Maledizione dell'erede: per me infantile, ma bellino e magico il giusto. Certo, andrebbe visto. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Addirittura peste? E vabbé, ci sarebbe un po' di selezione naturale, in caso XD (Inferno modalità: ON)
      Sì, La maledizione dell'erede aveva qualche belinata di troppo ed era penalizzato dalla sua natura di testo teatrale però ho letto di peggio :)

      Elimina
  5. Ma ci credi che ormai ho perso interesse? Però da fanboy dell'universo potteriano dovrò vederlo, per quanto detesti Yates...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credo e ti capisco, io sono andata a vederlo con un sopracciglio alzato. Solo UNA cosa mi ha dato fastidio ma per il resto sono uscita felicissima dalla sala!!

      Elimina
  6. mi sono buttato prima sugli animali notturni.. alla prossima passo ai fantastici.. interessante che il film sia fruibile anche da un neofita visto che mi mancano gli ultimi 3 potter.. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente fruibile, tranquillo! Guardalo e non te ne pentirai!

      Elimina
  7. Hype hype hype!Spero di trovarlo almeno godibile,a me Redmayne piace!!!
    Non sono una Potteriana sfegatata,ma cmq la storia mi attira.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Redmayne continua a non piacermi ma per questo ruolo secondo me è perfetto! E a maggior ragione se non sei potteriana potrebbe piacerti :)

      Elimina
  8. A quanto pare la Rowling è stata tolta dalla lista delle donne inglesi più ricche proprio per il suo eccesso di charity! Da quel che ne scrivi potrei vederlo senza problemi, avendo snobbato Harry Potter, ma desisterò, io i franchising non li sopporto! Un conto una trilogia alla Padrino o Ritorno al futuro, ma qua puzza di business e nient'altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, come primo film non è male, certo magari poi i prossimi saranno più camurriosi. Comunque come stand-off questo è perfetto, ti consiglio di guardarlo comunque!

      Elimina
  9. Per un non amante di Harry Potter, lo considero un ottimo film. E' bello vedere il mondo di Harry Potter senza Harry Potter. Spero che esca un universo interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto. Alla fine, ammettiamolo, il mondo magico è migliore senza quella pittima di Harry! XD

      Elimina
  10. Oy Babol, io ho adorato questo film. Sono andata al cinema senza nutrire particolari aspettative ma devo ammettere di essere rimasta entusiasta del risultato. Apprezzo molto Redmayne ma per me la vera sorpresa di questo film sono stati Farrell (il quale mi è sempre stato antipatico), Fogler (il quale mi ha fatto dimenticare l'antipatia che provo per la voce del doppiatore che gli hanno assegnato)e Sudol. Spero anche io che questi ultimi due attori vengano riconfermati per le prossime pellicole, sono adorabili <3 Waterston non ha convinto neanche me... u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ultimamente avevo un po' preso a snobbare Farrell ma devo dire che in questo film mi è piaciuto parecchio. Purtroppo, la sua collaborazione con l'universo potteriano finirà qui... -.-

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...