lunedì 18 febbraio 2013

John Travolta Day - Get Shorty (1995)


Come già accaduto per il Nicolas Cage Day, oggi un nutrito gruppetto di blogger ha deciso di riunirsi sotto l’egida del nome (per nulla ambiguo) di F.I.G.A. (Federazione Italiana Cine Amatori) e dedicare un post al personaggio il cui genetliaco cade proprio il 18 febbraio. Facciamo dunque gli auguri al brillantinoso John Travolta, attore che personalmente non amo né odio ma che mi fa sempre piacere vedere sul grande schermo – almeno quando non incappa in belinate come Attacco alla terra - . Ovviamente, l’essere stato scelto, e conseguentemente salvato dal baratro, da Quentin per il cooltissimo ruolo di Vincent Vega in Pulp Fiction gli ha fatto ottenere diversi punti di merito: ammetto infatti di non essere mai stata fan né di Grease né di La febbre del sabato sera e di preferire il buon John quando veniva Travolto dalle gioie della paternità in Senti chi parla. Ma il periodo d’oro dell’attore si racchiude per me nell'era post-Pulp Fiction con filmoni come Face/Off e quello che sto appunto per recensire, Get Shorty, diretto nel 1995 da Barry Sonnenfeld e tratto dall’omonimo romanzo di Elmore Leonard. ENJOY!

 
Trama: il gangster Chili Palmer, costretto a recuperare soldi per conto dei suoi capi, decide di cambiare vita e approfittare di un produttore indebitato fino al collo per darsi al cinema…


Poiché oggi è il compleanno di John Travolta anche la mia recensione sarà un po' diversa dal solito. Innanzitutto, perché ho scelto proprio questo film per celebrare l'attore? Beh, perché a mio avviso Travolta da il suo meglio quando veste i panni ironici di un gangster in elegante bilico tra il pericoloso criminale e il cialtrone gigione. Chili Palmer è il cuginetto un po' più caricaturale di quel  meraviglioso Vincent Vega che non ho avuto il coraggio di affrontare per non incappare in una brutta recensione di un film che venero, è un pericolosissimo simpaticone, un elegante truffatore e soprattutto un affabulatore sopraffino. La faccia da schiaffi di Travolta è perfetta per incarnare degnamente questo personaggio che per tutto il film si barcamena uscendo indenne dalle situazioni più assurde e che riesce ad affascinare (in positivo o in negativo) chiunque incroci la sua strada: dal folle "boss" Bones al produttore fallito Harry Zimm, dal mega attorone hollywoodiano Martin Weir alla sua ex-moglie Karen, dal wannabe Bo Catlett all'ex stuntman Bear, ogni personaggio del film si ritrova come rinvigorito dal carisma del buon Travolta, dalla parlantina che da il via alle situazioni e ai dialoghi più paradossali e divertenti. John si da arie da grande attore e non manca di prendersi simpaticamente in giro, estendendo questa "perculata" a tutto il mondo dello star system che, come ben sa, non è tenero con nessuno e che in un secondo può consacrare una nullità in divo internazionale oppure affossare gente con tutte le carte in regola per farcela.


Travolta, tra alterne vicende, ha dimostrato nel corso della carriera di essere un vincente come Chili Palmer. Sempre sorridente, anche nei momenti negativi, sempre con un'incredibile faccia di tolla, anche in quei film che farebbero venir voglia allo spettatore di ucciderlo, l'attore si è saputo reinventare più di una volta ed è riuscito a cambiare generi e personaggi così come Chili è riuscito a smettere di essere un gangster: trovando le persone giuste e continuando per la sua strada senza rimanere prigioniero in un ruolo ormai talmente sfruttato da rasentare la parodia. E a proposito di persone giuste, appunto, chi è che ha convinto Travolta ad accettare una parte praticamente cucita addosso a lui? Il buon Quentin, siamo sempre lì. E poi venitemi a dire che Tarantino si limita a copiare e mescolare generi. Come capisce lui gli attori, nessuno mai. Ma questa dovrebbe essere l'apologia di Travolta, non di QT. E allora, spendiamo due parole rapide rapide sul film e poi passiamo ai "luoghi di ritrovo" dove potrete continuare a festeggiare il compleanno dell'ex ragazzo del sabato sera.


Get Shorty è un film frizzantissimo e molto divertente. Non ho mai letto il romanzo da cui è stato tratto, quindi non posso fare paragoni, ma la pellicola è in sé offre un ironico spaccato dell'industria cinematografica a cui si mescola una classica "gangster story" ricca di colpi di scena, machiavellici equivoci e personaggi al limite dell'assurdo. I dialoghi fiume di cui si compone il film sono scanditi da una colonna sonora molto "cool" e sono messi in bocca ad attori in stato di grazia: oltre al protagonista del post ci sono un esilarante Gene Hackman, un cattivissimo Dennis Farina, un borioso Danny De Vito (ovviamente nel senso più simpatico del termine!!) e un bellissimo e giovine James Gandolfini praticamente agli esordi... e quest'ultima cosa, per me che amavo i Soprano, è come il cacio sui maccheroni. L'atto d'amore per il cinema che è Get Shorty, inoltre, contiene anche un interessante rimando a L'infernale Quinlan di Orson Wells e si conclude con un simpatico film nel film interpretato nientemeno che da Harvey Keitel ed introdotto da un geniale esempio di montaggio. Insomma, avrete capito che Get Shorty mi piace davvero tantissimo... e credo sia un degno modo di fare gli auguri a John Travolta per il suo 59esimo compleanno. Se non lo avete mai visto vi consiglio di recuperarlo e tenete presente che nel 2005 è uscito il seguito Be Cool, dove Chili si getta a capofitto nel mondo della musica. Non l'ho mai visto ma, a occhio, non mi sembra "piccante" quanto Get Shorty.


John Travolta non è uno dei protagonisti assoluti del Bollalmanacco, ma come tanti altri suoi colleghi ha già avuto l'onore di comparire in queste pagine. Se volete gustarvelo agli esordi, non ancora famoso ma già dotato di indiscutibile fascino e carisma da bulletto di periferia (e se volete guardare un film a dir poco meraviglioso) cercate Carrie, lo sguardo di Satana , diretto nel 1976 da Brian De Palma, e aguzzate la vista, perché lo troverete intento ad organizzare lo scherzo più atroce mai portato sul grande schermo.

Infine, se volete continuare i festeggiamenti, ecco i post degli altri compari di celebrazione!!

39 commenti:

  1. film very cool, qui Travolta fa un ruolo davvero ganzo, uno dei + bei film della sua rinascita artistica, buon travolta day ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non a caso il seguito si intitola Be Cool!
      Buon Travolta Day anche a te!

      Elimina
  2. Mmm credo di non averlo visto, rispetto a Cage di Travolta ne ho persi di più...
    Buon JTD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo va recuperato assolutamente Nico!
      E' molto divertente e lui è adattissimo per il ruolo.
      Buon JTD anche a te!

      Elimina
  3. Happy JTD.
    Questo e' uno dei pochi film da lui interpretati che si salva dal trashumine pecoreccio ed altisonante.Ottima scelta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille ma per fortuna in questo giorno ne sono stati tirati fuori altri che meritano ugualmente!
      Buon Travolta Day anche a te!

      Elimina
    2. Io Gracias a Dios non festeggio..
      Ne hanno tirati fuori altri?
      E quali, di grazia? Ho fatto gia' il giro della fiera e non ne ho trovato mezzo che si salvasse.Ma mica e' colpa dei blogger, d'altrocanto. ;)

      Elimina
    3. Eh beh dai, Pulp Fiction merita a prescindere da Travolta, il Cannibale ha tirato fuori Blow Up che non ho mai visto ma è sicuramente tantissima roBBa, su Combinazione Casuale si parla di Face/Off che è un altro film bellissimo come del resto Broken Arrow(ovvio, deve piacere il genere..), poi è stato scritto anche di Grease che è comunque un pezzo di storia del musical.. Insomma, dai, non è proprio tutta fuffa ;PP

      Elimina
    4. Appunto, dico.Tolti i due classiconi intoccabili, che rimane?

      Elimina
    5. Semmai troppo cyloom... ;)

      Elimina
  4. questo lo devo recuperare al più presto! by the way: Happy JTD ;)

    RispondiElimina
  5. Assolutamente, è uno dei Travolti migliori!
    Happy JTD anche a te!

    RispondiElimina
  6. John Travolta è uno dei miei attori preferiti, ho adorato "La febbre del sabato sera", ma anche i orimi due "SEnti chi parla", "Get Shorty", "Be Cool" (che è un po' il suo seguito ideale), "Pulp Fiction" e anche un film poco famoso intitolato "Teneramente in tre", senza dimenticare "Hayrspray".
    Bel post e, visto che oggi è il suo compleanno, tanti auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be Cool non mi ispirava troppo, ma per completezza avrei dovuto recuperarlo, lo ammetto!
      A proposito, non c'entra nulla ma sto guardando Romanzo Criminale ed è davvero bello! Nei prossimi giorni spero di poter postare la tanto attesa recensione On Demand (dopo quanti mesi...? Che vergogna ç__ç)

      Elimina
    2. ehhh diciamo che se non farai alla svelta dovrò infliggerti i famosi 10 film della lista che hai letto anche tu....;)

      Elimina
    3. Nuooo la cura Ludovico nuooooo!! >.<

      Elimina
  7. Un fiume in piena di parole che prima stordisce ma poi ti prende...lo vidi al cinema e ricordo che fui parecchio soddisfatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da amante del "verbosissimo" Quentin non potevo non apprezzare infatti ^__^

      Elimina
  8. E' in lista da un po', credo sia giunto il momento di recuperalo! JT non compare molto nella mia dvdteca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno nella mia come hai visto, ma ogni tanto qualche sua pellicola spunta tra le mani!!

      Elimina
  9. Devo recuperarlo... intanto buoni festeggiamenti!

    RispondiElimina
  10. Lo vidi all'epoca della sua uscita in sala.
    Ma Elmore Leonard è sempre una certezza, oltre che uno dei miei scrittori preferiti. Anche se questo dettaglio è assolutamente irrilevante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macché irrilevante!!
      Devo anzi decidermi a leggere il suo libro che ho in casa che, se non sbaglio, dovrebbe essere Cuba Libre.

      Elimina
    2. Cuba libre è forse quello che mi è piaciuto meno, ma credo dipenda dall'ambientazione fine 800 inizi 900.
      Ti consiglio, se ti capita, Tishomingo Blues.

      Elimina
    3. Segno il titolo per uno dei prossimi acquisti allora :PP
      Grazie!

      Elimina
    4. cuba libre è pure il mio preferito d leonard!
      anche tishomingo blues è una vera bomba, così come tutti gli altri. i libri di leonard sono poi perfetti per i film, essendo praticamente dei copioni... basta vedere jackie brown per capirlo ;)

      scusate ma quando leggo elmore leonard non capisco più niente.
      buon jtd!

      Elimina
    5. Sono impazzita, credevo di avere Cuba Libre e invece nulla... hm.... chissà dov'è finito XDXD
      Ebbasta, che sto ancora finendo i Miserabili e devo cominciare l'ultimo libro della Torre Nera, non fatemi venire voglia di cominciare altri libri ç__ç

      Elimina
  11. Porca vacca non solo mi son persa il TD ma anche il film scelto dalla Bolla...*_* Recupererò, promesso. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammazza, ma pensavo di aver scelto un film famosissimo e invece non lo avete visto in parecchi... meglio così, almeno recuperate :PP

      Elimina
  12. Concordo sui film preferiti del nostro attore che è resuscitato mille volte. Ottimo con Tarantino, e veramente grande anche in questo film Get Shorty, che ho visto solo alla sua uscita al cinema, e, dopo aver letto la tua puntuale rece, vorrei rivdere. Anche nell'ultimo Olvier Stone, non riuscito al 100% ma buono, il suo è un bel ruolo.
    p.s.
    Bella questa cosa di dedicare un giorno ad un attore e geniale l'acronimo scelto, che incontra i mie favori ;)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le Belve avrei voluto vederlo anche io, prima o poi me lo recupero!
      Per l'acronimo ringrazia il Cannibale, la mente malata che sta dietro è la sua, mentre per le celebrazioni il fondatore è Frank Manila XD

      Elimina
  13. Tante sane risate con sto film, per me cult assoluto.

    Buon JTD

    RispondiElimina
  14. manca manca... ma pare proprio meriti la visione! provvederò...
    grazie per aver partecipato al JTDay, ciao! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deh, ma manca davvero! Attendo la recensione futura dunque.
      Buon JTD e buona serata!!!

      Elimina
  15. l'ho visto un paio di volte ben girato,certo..Non è però uno dei miei film preferiti.E a essere sinceri non so nemmeno dirti il perchè,non mi "acchiappa" come direbbe il mio maestro di vita e filosofia Jerry Calà.

    ps: se ti interessa da me c'è un lungo speciale su romero e i suoi zombi,la prima trilogia,se ti va di dire la tua ne sarei felice eh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jerry Calà maestro di vita? LiBBidine, DOPPIA liBBidine! XD
      Scherzi a parte oh, mica a tutti può piacere Get Shorty :PP

      Quanto a Romero, giungo il prima possibile!

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...