lunedì 22 aprile 2013

Jack Nicholson Day - Easy Rider (1969)


Ed eccoci arrivati all'imprescindibile appuntamento mensile che celebra, dopo una democratica votazione tra blogger debosciati (vi loVVoH tutti!!), una star che ci ha fatto sognare in ambito cinematografico. Ad Aprile la scelta o ricadeva su di me oppure sul divino John Joseph Nicholson, meglio conosciuto come Jack Nicholson, che proprio oggi compie la bellezza di 76 anni. Oddio, definirlo divino, visti tutti i ruoli malvagi che il suo sguardo luciferino gli ha consentito di vincere nel corso della carriera, sarebbe forse mancargli di rispetto, tuttavia stiamo parlando di uno dei miei attori preferiti in assoluto e non trovo definizione migliore. Siccome la Bolla non è solo Spirito ma anche Carne, c'è da dire che il buon Jack, oltre ad essere un grandissimo attore, è anche (o meglio era) un grandissimo figo, un uomo affascinantissimo, ed è per questo aulico motivo che ho deciso di celebrarlo recensendo Easy Rider, diretto nel 1969 da quel pazzo di Dennis Hopper.


Trama: Billy e "Capitan America", due biker arricchitisi vendendo una partita di droga, viaggiano in moto da Los Angeles a New Orleans, scoprendo le diverse facce dell'America...


Sento già un mormorio di disapprovazione: con tutti i film nei quali Nicholson è protagonista indiscusso, con tutti i ruoli per cui ha vinto l'Oscar, tu Bolla proprio di Easy Rider vai a parlare? E' vero, Easy Rider è essenzialmente Dennis Hopper e Peter Fonda, i due protagonisti della pellicola sono loro e Jack comparirà sì e no una ventina di minuti... ma, sinceramente, fin dalla prima volta che ho avuto modo di vedere il film il personaggio che più mi ha colpita è stato quello dell'avvocato ubriacone George Hanson. George è il secondo passeggero che Capitan America carica sulla sua moto durante il viaggio verso il carnevale di New Orleans, dopo l'antipatico streppone figlio dei fiori interpretato da Luke Askew. La prima volta lo vediamo in una cella a smaltire la solita sbornia, talmente molesto che con i suoi sbadigli e le sue smorfie sveglia e disturba i nostri carismatici eroi, salvo farsi perdonare un istante dopo sfoderando le sue doti di avvocato e figlio di papà e farli uscire di prigione in un istante. Basta questo attimo, basta vederlo fuori a parlare con Billy e Cap scolandosi una bottiglia di Jim Beam, basta ascoltare il suo "nik, nik, nik!!" mentre l'alcool gli scende nello stomaco e bam! ci siamo innamorati di questo avvocato cialtrone, tanto che quando decide, armato di casco da rugby, di seguire i nostri nel viaggio, non possiamo fare altro che gioire ed applaudire.


George è l'anello di congiunzione tra le stranezze dei due biker e il moralismo dell'America bigotta, è l'unica persona in tutto il film a capire cosa rappresentino i due protagonisti e l'unico che cerca di ricordare loro quali siano le tacite regole della società. Nella frase più bella di tutto il film Nicholson dice "l'americano crede fermamente nella libertà individuale ma ha paura dell'individuo libero": è questa consapevolezza a renderlo un insoddisfatto che cerca l'oblio nell'alcool, strangolato dalla necessità di conformarsi al mondo che lo circonda e allo stesso tempo desideroso di poter fare come i due Easy Rider, dai quali avverte provenire il profumo di quella libertà che non ha mai avuto il coraggio di afferrare. Quante volte George è partito per New Orleans salvo poi pentirsi e tornare indietro, come afferma lui stesso, quanto fa impressione vederlo così scafato e allo stesso tempo così innocente, gioioso come un bambino che per la prima volta trova il coraggio di andare con gli amichetti al luna park? Nicholson riesce ad alternare sul viso (bellissimo, bellissimo!!) lo sguardo sornione dell'avvocato consumato, dell'uomo di mondo, la diffidenza di chi comunque non conosce bene i due compagni di viaggio e l'assoluta meraviglia per il loro mondo particolare e lo fa nel giro di pochissime inquadrature, rimanendo per sempre nel cuore dello spettatore, spezzandolo poi sul prefinale della pellicola nel modo peggiore.


Quanto al film, lo ammetto, ho fatto fatica a rivederlo. Lo adoro, non posso fare a meno di perdermi nel groove della splendida colonna sonora, immaginandomi quanto sarebbe bello viaggiare per l'America in sella a due moto come quelle dei protagonisti, godendo della loro libertà assoluta; adoro l'incredibile fattoneria di Dennis Hopper, perennemente flashato come la sua regia e soprattutto come il montaggio che, sfarfallando, ci fa passare da una sequenza all'altra; adoro Peter Fonda e la sua malinconia, la sua incredibile bellezza, il modo che ha di calmare le intemperanze di Billy e di riflettere su ogni cosa... ma il finale, Cristo santo, il finale mi ammazza ogni volta. Lo vivo come la fine di un sogno, come la vittoria della violenza, dell'ignoranza e della paura sull'amicizia, l'apertura mentale e il desiderio di libertà ed è una sensazione troppo tangibile e dolorosa per non ritrovarmi a fissare i titoli di coda con un magone tale da non riuscire nemmeno a deglutire. Però Easy Rider è imprescindibile, per ogni cinefilo e per ogni amante di Jack Nicholson.


Il festeggiato, come ho detto, è uno dei miei attori preferiti e ha già avuto modo di comparire nel Bollalmanacco. Ecco a voi un piccolo vademecum, che comprende molti di quei film per i quali Jack Nicholson ha meritato di assurgere al ruolo di divinità cinematografica.

Qualcuno volò sul nido del cuculo (1975), dove Jack Nicholson si è beccato l'Oscar grazie alla sua interpretazione folle e umanissima del protagonista McMurphy. Un capolavoro assoluto.

Shining (1980), dove Jack Nicholson interpreta uno dei mostri più agghiaccianti mai usciti dalla penna di Stephen King e, soprattutto, dalla cinepresa di Stanley Kubrick.

Le streghe di Eastwick (1987), dove Jack Nicholson interpreta un diavolo seduttore, sornione ed inquietante. Diffidate della versione che passa in TV, tagliata in maniera indegna, e recuperate il DVD, mi raccomando!

E non è finita qui, ovviamente!! Millemila altre recensioni dei film in cui compare il nostro potete trovarle ai seguenti link... ENJOY!!

53 commenti:

  1. be', allora più tardi vi scrivo un altro articolo, come ho fatto per bruce willis. mi piacciono molto queste iniziative. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìì aspetto l'articolo allora *__*

      Elimina
    2. baci :) http://news.supermoney.eu/cultura-spettacoli/2013/04/jack-nicholson-compie-76-anni-i-blogger-lo-celebrano-0014509.html

      Elimina
    3. Che figataaaa abbiamo fatto furore *___*

      Elimina
  2. stracult che non si deve solo vedere ma proprio vivere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come diceva Er Piotta nel video: io nun t'ho visto, t'ho vissuto!!
      Buon JND!!!

      Elimina
  3. Brava.Hai reso pienamente onore al personaggio di Jack in questo film,troppo spesso sottovalutato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Di solito si parla sempre e solo di Billy e Cap, ma per me il cuore del film è sempre stato l'Avvocato ^^

      Elimina
  4. Caposaldo assoluto Easy Rider, con una colonna sonora da sturbo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già! Impossibile non muovere la testa a ritmo mentre si guarda il film :P

      Elimina
  5. Se c'è un film che può definire bene il clima di fine anni sessanta è proprio questo!
    Peccato quel finale che non lascia nessuna speranza, in fondo è come se Hopper avesse compreso bene la direzione che stavano prendendo tutti i movimenti tipo Figli dei fiori o Bikers in quel determinato momento storico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dennis la sapeva lunga purtroppo, però la fine così violenta è di una tristezza inenarrabile...

      Elimina
  6. Questo film è assolutamente fantastico! Complimenti! Buon JND!

    RispondiElimina
  7. Shining resta il migliore di Jack, ma anche questo non è affatto male..Buon JND

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shining ha consacrato il mio amore per Jack, sì ^__*
      Buon JND!

      Elimina
  8. Credo sia arrivata l'ora di vederlo u.u poi in questo periodo sto cercando film su viaggi e co. dunque... buon JNDay!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora questo non puoi proprio perderlo!
      Buon JNDay anche a te!

      Elimina
  9. Sono passati anni e anni da quando lo vidi e ricordo ancora la sorpresa nel vedere finalmente un Jack così giovane! Direi che vista la giornata un recupero ci sta!
    Buon JND!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jack giovane ma già una spanna sopra tutti gli altri pischelletti dell'epoca!
      Buon JNDay anche a te!

      Elimina
  10. Qui Jack è esemplare, mitico...! Mette in ombra i due protagonisti, non c'è che dire!

    Ma per partecipare a queste iniziative (bellissime!) basta che scriva di mia spontanea volontà un post? O vi mettete d'accordo sui film da recensire? Grazie ;).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta che contatti Frank Manila e ti fai inserire nel grOppo, così ti tieni aggiornata sul personaggio del mese!

      Elimina
  11. GRANDIOSO...ma che lo dico affà??Buon Jack Day cara!

    RispondiElimina
  12. Questo non è un film. E' IL film! Bella recensione. Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti quoto in pieno, ringrézio per il complimento e ti auguro buon JNDay!!

      Elimina
  13. secondo me deve essere circolata un sacco di robetta buona su quel set! Imprescindibile! e NON aggiungo altro..solo Buon JND!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me invece ANCHE, altro che "non ho mai fumato una canna" XDXD
      Buon JNDay anche a te!!

      Elimina
  14. Ho amato Easy alla follia, ma anche io blocco tutto agli ultimi quindici minuti. Provo le tue stesse sensazioni.

    Buon JND

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, se dovessi riguardarlo credo che farò la stessa cosa!!!

      Buon JNDay anche a te!

      Elimina
  15. Ok, ammazzatemi pure ma io sto film non riesco a vederlo. Mi addormento inesorabilmente, è più forte di me :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai appena conficcato una lancia da 30 cm nel cuore, sallo ç___ç

      Elimina
  16. non mi fa impazzire perchè talora un po' datato,ma questo succede anche con ad esempio Fragola e sangue,cosa che non capita al free cinema britannico, nondimeno è un film epocale e importante.Da vedere,assolutamente.
    Degli altri film qualcuno volò sul nido del cuculo è il mio preferito,mentre le streghe faccio finta che non l'abbia mai fatto. ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna il senso di "datato" in questo filmone non lo sento ancora!
      E Le streghe di Eastwick mi piace parecchio, sarà per quell'aura un po' kitsch che lo ammanta... :P

      Elimina
  17. Un ruolo bellissimo quello di Jack, personaggio cult!
    Adoro i road movie e Easy Rider è un must. Buon JND!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che essere d'accordo con te su tutto!
      Buon JNDay!

      Elimina
  18. Successo planetario con questo film, ma io lo amo per tutto ciò che ha fatto...sto perdendo tutti i "day" cavolo sto proprio incasinata ultimamente *_* Vabbè prima o poi tornerò attiva pure a queste simpatiche e preziose iniziative della blogsfera. Grande immenso JAck, AUGURIIIIIIIIIIIIII!!!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Vale che ti aspettiamo con ansia!! ^^

      Elimina
  19. Hai preso il film migliore di Jack... Easy rider è stupendo... se non lo hai visto, ti consiglio il documentario su Dennis Hooper, intitolato Dennis Hopper in his own words.
    http://hovogliadicinema.blogspot.it/2012/06/hopper-in-his-own-words.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non l'ho mai visto perché non amo molto il genere documentario... considera che ho anche Easy Rider, Raging Bull ma è lì a prendere polvere da anni XD

      Elimina
  20. una sola parola per descriverlo, Mitico!!!

    RispondiElimina
  21. E io che volevo farmi la maratona...Niente, sono sfasato anche nella blogosfera...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi sempre rifarti a maggio ^__*

      Elimina
  22. Film che ha fatto storia. E il personaggio di Nicholson era da brividi.
    Grandissima scelta!

    RispondiElimina
  23. quello che mi ricordo di più di questo film è la tristezza per il finale come se mi rovinasse tutto il piacere del prima. l'ho visto da giovane e un po' sta cosa mi ha segnato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' effettivamente un film amarissimo, ma va comunque visto ^^

      Elimina
  24. Io sono il più grande fan dei film Easy rider che ci crediate o no Ive poster in camera mia ho comprato il Easy Rider giacca di pelle che è stato indossato da Peter Fonda nel film sono abbastanza stupito ora

    RispondiElimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...