giovedì 14 novembre 2013

(Gio)WE, Bolla! del 14/11/2013

Buon giovedì a tutti! La settimana cinematografica che, in tutta Italia, ha calato un paio di assi mica da ridere (Venere in pelliccia di Polanski ma anche The Canyons, sicuramente trashissimo ma scritto da Bret Easton Ellis), si riconferma nella mia città come una delle più loffie, scionche e maffe EVAH. Mi preparo ad una settimana casalinga di recuperi e vi invito a vedere quale scempio può causare una mala distribuzione... ENJOY!

Stai lontana da me
Reazione a caldo: e anche da me..
Bolla, rifletti: ma potrei mai andare a vedere un film che ha per protagonisti Enrico Brignano e Ambra Angiolini? Ovviamente no, se volevo una roba raffazzonata rimaneva a casa a guardare le ficscion. Peccato però, perché la storia di un uomo che porta sistematicamente sfiga a tutte le donne che incontra mi sembrava anche simpatica.


Jobs
Reazione a caldo: ma chisseneimpipa, e mi scusi.
Bolla, rifletti: Grand’uomo del nostro tempo Jobs. Ma non sono interessata a guardare la sua biografia cinematografica. Ulteriori riflessioni le trovate QUI.


L’ultima ruota del carro
Reazione a caldo: questa settimana solo cinema italiano, eh…
Bolla, rifletti: per fortuna, L’ultima ruota del carro parrebbe meno peggio di Stai lontana da me. Sarà per l’ambientazione vintage, sarà per la presenza di Sergio Rubini che mi piace sempre tanto… chissà. L’unico problema è che, coprendo un timespan che va dagli anni ’70 ad oggi, il film rischia di essere l’ennesimo sguardo superficiale su un’italietta che esiste solo al cinema, appunto.

Il cinema d’élite invece propone, col solito ritardo, l’unico film italiano che avrei voglia di vedere..


Zoran, il mio nipote scemo
Reazione a caldo: avessero dato QUESTO al multisala…
Bolla, rifletti: commedia scorretta ad alto tasso etilico caricata interamente sulle enormi spalle di un bravissimo Giuseppe Battiston, questo Zoran, il mio nipote scemo poteva essere la ventata di aria fresca, per quanto avvinazzata, che avrebbe svoltato una settimana piattissima. Recupererò il prima possibile, giuro!

23 commenti:

  1. Vedrò il film di Steve Jobs solo dopo che avranno girato il film su Dennis Ritchie....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi gireranno un biopic su chiunque :P

      Elimina
  2. ..direi uno sguardino all'ultima ruota del carro... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere com'è se lo andrai a vedere :)

      Elimina
  3. "Stai lontana da me" è il remake (?!) italiota del francese "Per sfortuna che ci sei", uscito due anni fa, credo. Cambiano attori e lingua originale, ma le gag sono le stesse. Identiche. Fotocopiate. Mi sa che avevano bisogno di riciclare un po' di denaro sporco, et voilà. Di Steve Jobs e della Apple è stato detto già tutto e quindi reputo inutile guardare "Jobs" con l'ex (o no?) Toy Boy di Demi Moore. L'ultima ruota del carro e Zoran li guarderò, ma non al cinema. Anche perchè ho ancora in sospeso Machete, e poi escono Thor e Hunger games per i quali sfrutterò la preziosissima scheda della 3 (sia benedetta la 3!!!!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora piuttosto che recuperare Stai lontana da me guarderò l'originale, almeno non ci sono attori che mi stanno sulle balle.
      Thor e Hunger Games li andrò a vedere anche io sebbene non nutra molte aspettative...

      Elimina
    2. Pare che La ragazza di fuoco sia superiore al primo capitolo della saga, stando a quanto scritto da chi l'ha visto a Roma. Per quanto riguarda Thor, il primo mi era piaciuto e il secondo per me sarà ancora meglio... Mi piace la figura abbastanza ambigua del fratellino Loki... E poi c'è lei, Natalie... ^_^

      Elimina
    3. Non ci voleva molto a superare il primo capitolo di Hunger Games, davvero deboluccio. Speriamo il secondo sia meglio anche se la saga non mi sta appassionando molto nemmeno in versione cartacea.
      Il primo Thor ancora mi manca, spero di vederlo in questi giorni... quanto a Loki aDDoro, ovviamente! *__*

      Elimina
    4. A me era piaciuto il primo di Hunger Games. E' la base, cioè la versione cartacea, che è deboluccia... Ma si sa, per le saghe esiste un'era pre-Harry Potter e post-Harry Potter. Tutto ciò che viene "post" rischia la messa all'indice se paragonato... Un po' come ShadowHunters e Percy Jackson... Tutti scimmiottamenti mal riusciti della saga maghetto..

      Elimina
    5. Mah, sono due prodotti inparagonabili nel senso che, al limite, HG è più simile a Battle Royale se vogliamo. Il problema dei libri della Collins sta nello stile semplice ma piatto, banale, e nella scelta di una protagonista a dir poco meenchia. Il problema del primo film è che si portava dietro l'eredità del libro, ovvero una prima parte interessente e un momento Hunger Games da mani nei capelli e noioso come la morte. Le altre due saghe che hai citato, invece, le ho proprio evitate!

      Elimina
    6. Shadowhunters l'ho visto al cinema senza aver letto i libri... Il film mi era parso anche carino, ma evidentemente sono l'unico che l'ha apprezzato dato che farà la fine del pilota di Volpi forza 5 (youknowwhatImean). Invece D Percy Jackson l'ho citato solo perchè ne ho sentito parlare male male male (sia del libro che del film)...

      Elimina
  4. la tua città ama un po' troppo il cinema italiano...
    vabbè, cinema si fa per dire :)

    RispondiElimina
  5. Non vedo l'ora di vedere "L'ultima ruota del carro", h tutte le carte in regola per diventare uno dei miei film preferiti!
    quanto la film su Steve Jobs...condivido il " ma chi se n'impipa", in tutti i sensi. sarà pure stato un grande della nostra epoca, ma sicneramente ho saputo della sua esistenza solo quando ha dichiarato di essere ammalato, e anche allora sena interessarmi più di tanto.
    Devo dire che in questi primi mesi dell'anno cnematografico di uscite interessanti- per me - ce ne sono state davvero poche...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora fammi sapere come sarà L'ultima ruota del carro!
      Effettivamente, secondo me deve ancora uscire tanta roba... :)

      Elimina
  6. Zoran è davvero carino (o almeno, a me è piaciuto parecchio). L'unico problema è una distribuzione davvero limitata, ma se ti capita recuperalo!

    RispondiElimina
  7. sai che invece stai lontana da me potrebbe essere carino...
    sia chiaro se lo vedrò sarà tra un annetto quando passa su sky e solo se non ho altro da vedere, ma tra una commedia cos' e la merda di checco zalone, soliti idioti e de sica beh preferisco questo mille volte. Brignano non mi dice nulla, non mi è antipatico come Mandelli o Zalone, ma nemmeno mi piace, l'unico grande alfiere della commedia italiana che ci è rimasto è solo il GRANDE Carlo Verdone. Ambra da ragazzina la odiavo, ma negli ultimi anni si è rivelata un attrice non brava, ma manco oscena, diciamo decente dai ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardati i trailer di "per sfortuna che ci sei" e di questo. E poi dimmi se "stai lontana da me" merita di essere visto o meno.... :-)

      Elimina
    2. Non ho dubbi che l'originale sia meglio, i francesi son bravissimi, infatti Giu al nord è un cult e quello italiano mi son rifiutato, anche perchè quei due dementi di Siani e Bision sono, a mio avviso, molto peggio di Ambra e Brignano

      Elimina
    3. Benvenuti al sud però era un film che poteva ben rappresentare l'eterna rivalità tra polentoni e terroni italiani, pur rimanendo un remake del film francese dove i nostri polentoni sono gli abitanti del sud della francia, mentre i nordici fanno la parte dei terroni... Ma in "stai lontana da me" non esiste un marchio italiano apposto alla vicenda, è solo una mera "fotocopia" della pellicola francese. Ti ho consigliato la visione dei trailer per farti rendere conto di questo. Poi che Ambra e Brignano siano una coppia ben assortita o due attori bravi(ni) non lo metto in dubbio... Non capisco solo il senso di questo remake a meno di due anni dall'uscita del film francese. Se qualcuno si sentisse offeso per l'uso dei termini terrone e polentone, sappia che io sono il primo a definirmi un mix di entrambi, essendo nato a Milano da mamma napoletana e papà marchigiano... Ho il nord, il centro e il sud nel sangue. Mi sento un italiano totale ^_^ E ciò mi ha aiutato un sacco nella visione di "Benvenuti al sud" sia per capire la mentalità di entrambi i protagonisti, sia per capire i dialoghi in napoletano stretto (la mia povera nonna materna si è sempre espressa nel suo dialetto natio)...

      Elimina
    4. ah si si che sia un film remake intuile non ho dubbi, infatti forse, un domani in tv me lo vedo o forse no;-)

      Elimina
    5. O belin sto lontana due giorni dal blog e qui parte la discussione? :P
      Luca, mi stai invogliando parecchio a vedere la versione franzosa di Stai lontana da me! Purtroppo anche io, come te, non capisco il rifacimento di un film che, a differenza di Bienvenu Chez Les Chtis (che non era umanamente comprensibile da un italiano ed effettivamente faceva poco ridere), è facilmente fruibile anche nella versione francese.
      Quanto ad Ambra e Brignano... vabbé, non mi piacciono per nulla, tanto quanto Siani, ma Bisio lo adoro :)

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...