domenica 31 luglio 2016

Ghostbusters (2016)

E così ieri sera sono andata a vedere il Ghostbusters diretto e co-sceneggiato da Paul Feig, in una sala gremita di bambini urlanti, cosa che forse ha inficiato il mio giudizio ma forse anche no. Segue recensione SENZA SPOILER.


Trama: quando in vari luoghi newyorkesi cominciano a fare la loro comparsa pericolosi fantasmi, le scienziate Erin, Abby e Jillian si uniscono all'ex guardia metropolitana Patty per fare fronte al problema...


Come già ho fatto per Poltergeist, proviamo a dividere il post in due parti, una nella quale NON terrò conto dell'esistenza del Ghostbusters del 1984 e un'altra in cui affronterò l'impietoso confronto. Preso come film a se stante, come blockbuster estivo e come intrattenimento da sabato sera Ghostbusters funziona, più o meno a livello di 6/7 nella solita scala da 1 a 10. Posso dirlo con certezza visto che il mio fidanzato è cresciuto nel mito dei cartoni animati ma non in quello del film di Reitman (ci vuole pazienza, lo so) e ha trovato il remake/reboot simpatico e piacevole, non qualcosa da ricordare in saecula saeculorum ma sufficiente per farsi due risate disimpegnate sorvolando sugli inevitabili difetti. Posso però dire anche con certezza che il target di Ghostbusters è quello dei bambini/adolescenti, perché le grassissime risate che hanno funestato buona parte della visione, impedendomi di capire almeno il 30% dei dialoghi, venivano dal pargolame forestiero (ma portarli a spiaggia 'sti minchia di bambini no???) che affollava la sala sabato sera. Il nuovo Ghostbusters infatti è, senza troppi giri di parole, un film per famiglie dalla trama semplice, con un villain poco carismatico, effetti speciali da videogioco solo vagamente spaventevoli e un quartetto di protagoniste che sembrano più interessate a palleggiarsi battute da avanspettacolo piuttosto che a dare realmente la caccia ai fantasmi; in nessun momento si avvertono tensione per il destino delle acchiappafantasmi o incertezza rispetto alla risoluzione della trama e se non fosse per la cazzutissima Holtzmann di Kate McKinnon la maggior parte dei confronti con i fantasmi perderebbe anche quel minimo di epicità che la folle e bionda scienziata riesce ad imporre con la sua sola presenza. La McCarthy e la Wiig interpretano i personaggi a loro più consoni, quelli delle dolci e simpatiche pasticcione, magari un po' grezze e maniacalmente (oltre che in modo poco plausibile) devote alla scienza, la Jones è uno stereotipo vivente ma diverte e chi ne esce peggio è il povero Chris Hemsworth al quale è toccato il ruolo di "bimbo" nell'accezione inglese del termine, ovvero quella dell'oca maschio decerebrata: ora, capisco l'ironia dell'inversione dei ruoli ma davvero c'era bisogno, per sottolineare il contrasto donna intelligente/uomo idiota, di creare un personaggio talmente scemo da fregarsi gli occhi quando sente male alle orecchie? Mah. Di tutto il cucuzzaro, probabilmente ciò che ricorderò in futuro sarà la bella sequenza in cui gli enormi palloncini posseduti sfilano per le strade di New York e la citazione nei titoli di coda di una delle più famose scene di The Mask, il resto probabilmente sparirà nel giro di un paio di giorni in un tripudio di mancanza di infamia o lodi. Tanto casino di haters, rivendicazioni femministe, Ghostbros inferociti e quant'altro per cosa? Ma fatemi il piacere, suvvia. Ribadisco, 6/7 su una scala da 1 a 10. E sono magnanima perché temo di essermi fatta influenzare dalle urla infantili.


D'altra parte, è anche vero che Paul Feig se l'è cercata, eh. Hai voglia a dire "no, facciamo finta che Ghostbusters non sia mai esistito" quando regista e sceneggiatori lo "omaggiano" (plagiano? Strizzano l'occhio come fa J.J.Abrams nelle parodie di Ortolani?) ogni cinque minuti, allontanandosi per cercare uno spunto originale (che poi, originale virgola...) giusto per qualche secondo prima di tornare al calduccio della pellicola originale. La panoramica iniziale, lo "scherzone" ai danni di Erin, i primi due incontri con i fantasmi, il rapporto conflittuale con il sindaco, l'apocalisse finale e persino il primo intervento pubblico con tanto di padrone del locale preoccupato sono presi di peso dal primo, storico Ghostbusters e sepolti all'interno di un'ininterrotta sequela di battutine infantili, utili solo a far rimpiangere la caustica ironia degli anni '80 e l'inevitabile superiorità dei vecchi adattamenti italiani rispetto a quelli attuali. E' inutile, gente: Aykroyd, Ramis, Murray ed Ernie Hudson funzionavano, nel loro quartetto c'erano alchimia e carisma, probabilmente aiutava molto il fatto che la sceneggiatura fosse farina del sacco di due degli stessi attori (per la cronaca, Aykroyd e Ramis), oppure erano altri tempi, vai a sapere, sta di fatto che, a distanza di neppure 24 ore, non ricordo una battuta che sia una e, ribadisco, guardando il nuovo Ghostbusters mi sono sentita fiera solo di fronte a Kate McKinnon, che avrebbe meritato un posto accanto ai "vecchi" acchiappafantasmi, magari come la sorellina cazzuta di Egon. A tal proposito, le guest appearance dei vecchi attori sono un po' tanto sprecate, eh. Dan Aykroyd passa alla cassa in quanto produttore e se ne batte la ciolla, Murray si vede abbattere tra capo e collo una sorta di contrappasso ma viene sfruttato malissimo ahimé, Annie Potts, Sigourney Weaver ed Ernie Husdson sono assai simpatici ma finisce lì e in tutto questo il vincitore morale rimane sempre e comunque l'amatissimo Rick Moranis, che ci ha visto lungo e li ha giustamente mandati tutti a stendere. D'altronde, quando infili persino Ozzy Osbourne in un film vuol dire che se non sei alla frutta stai comunque già cominciando a sentire odore di macedonia. Pollice verso anche per la battaglia finale, ennesima occasione per inanellare una serie infinita di citazioni gratuite che mi hanno causato conati di vomito ininterrotti per varie ragioni (Slimer, mio Dio. Slimer.), per mostrare un uso decisamente improprio del flusso degli zaini protonici e, ancor peggio, per aprire la via al melenso, imbarazzante finale. Se ci sarà un sequel, spero davvero che cominci come Ghostbusters 2, ovvero con le acchiappafantasmi costrette a pagare i danni, altro che We <3 U: mi dite da quando il PG-13 ricostruisce persino i palazzi? Bah. Purtroppo per Feig il 1984 non è stato ancora cancellato dalla faccia della terra quindi Ghostbusters, in una scala che va da Vigo il Crudele a Vigo il Sacrilego, si colloca a livello Vigo la Sporcacciona.


Di Kristen Wiig (Erin Gilbert), Charles Dance (Harold Filmore), Melissa McCarthy (Abby Yates), Chris Hemsworth (Kevin), Bill Murray (Martin Heiss), Michael Kenneth Williams (Agente Hawkins), Andy Garcia (Sindaco Bradley), Annie Potts (Receptionist), Dan Aykroyd (Tassista), Ernie Hudson (Zio Bill), Sigourney Weaver (Rebecca Goring) e Joel Murray (Guardia) ho già parlato ai rispettivi link.

Paul Feig è il regista e co-sceneggiatore della pellicola. Americano, ha diretto film come Le amiche della sposa, Corpi da reato, Spy ed episodi di serie quali 30 Rock, Weeds e Nurse Jackie. Anche attore e produttore, ha 54 anni e due film in uscita.


Kate McKinnon interpreta Jillian Holtzmann. Americana, famosa per le sue partecipazioni al Saturday Night Live, ha recitato in pellicole come Ted 2 e lavorato come doppiatrice nel film Alla ricerca di Dory e nelle serie I Simpson e I Griffin. Ha 32 anni e tre film in uscita.


Leslie Jones interpreta Patty Tolan. Americana, famosa per le sue partecipazioni al Saturday Night Live, ha recitato in pellicole come Il fuggitivo della missione impossibile e Un disastro di ragazza. Anche sceneggiatrice, ha 49 anni e tre film in uscita.


Tra gli altri attori compaiono il già citato Ozzy Osbourne, gli sceneggiatori del Saturday Night Live Steve Higgins e Neil Casey, rispettivamente nei panni del rettore e di Rowan North, e Daniel Ramis, figlio del compianto Harold, nei panni di un metallaro. Consigliandovi di rimanere al cinema FINO ALLA FINE dei titoli di coda, se Ghostbusters vi fosse piaciuto recuperate ovviamente Ghostbusters - Acchiappafantasmi e Ghostbusters 2, nell'attesa del probabile sequel. ENJOY!

24 commenti:

  1. "in una scala che va da Vigo il Crudele a Vigo il Sacrilego, si colloca a livello Vigo la Sporcacciona".
    Quando ti vedo, per questa ti abbraccio. Forte. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricambierò l'abbraccio with love <3

      Elimina
  2. Mi toccherà guardarlo di mattina,con la lista che ho finirò nel duemilacredici XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non vuoi sentire le colorite bestemmie del Kahl direi di sì XD

      Elimina
  3. Filmetto simpatico che passa e va senza lasciare la minima traccia. Polemiche inutilissime, se non ci fossero state probabilmente il film avrebbe floppato sonoramente. Personalmente invece ho trovato la McKinnon simpatica come una pustola in un occhio. Però ai bacarospi è piaciuto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, io l'ho adorata la McKinnon. E' l'unica vagamente originale, anche perché Patty è caratterizzata come Winston, le altre due sono l'espansione di Ray mentre lei è esageratamente Egoniana, proprio folle all'estremo. Comunque vedi, ai Bacarospi è piaciuto quindi mi confermi il target!

      Elimina
  4. Senza entrate in questioni che non c'azzeccano, l'idea di ricominciare la saga da 0 non mi piace affatto..era meglio secondo me come sequel..comunque il film lo vedrò lo stesso, quando ci riuscirò ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea di Aykroyd infatti era quella di ambientarlo nel futuro, nella NY di una dimensione oscura, ma poi (per fortuna o purtroppo?) non se n'è fatto nulla...

      Elimina
  5. Sono molto, molto poco fiducioso.
    Ho come l'impressione che mi farà salire tantissimo la nostalgia di Vigo il crudele. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono andata con le migliori intenzioni ma, diamine, se le sono andate a cercare le critiche...

      Elimina
  6. Ho rischiato di andare al cinema sabato, rischiato perchè della saga originale sono una mezza profana (vista da piccina, ne ho ricordi vaghi) e quel doppiaggio irritante mi faceva temere più di una trama già vista/poco coinvolgente.
    Giro la tua recensione all'amico che voleva trascinarmi, son sicura cambierà idea lui che a Ghostbuster vuole un bene immenso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne parlavamo su FB con Lucia. Negli USA il film è stato accolto molto bene, probabilmente quindi l'adattamento è stato fatto un po' col chiulo; a prescindere, a me non ha entusiasmato la trama, poco originale e troppo legata ai fasti del primo film.

      Elimina
  7. Onestamente, mi è piaciuto. L'ho trovato carino, simpatico e fantasioso, tanto quanto i primi. E a me, che sono di altre generazioni, non hanno mai fatto urlare al miracolo; un Ritorno al futuro sì, certamente, ma i Ghostbusters proprio per niente. Fresco e spigliato: in estate non voglio altro, e il quartetto funziona. Per me sei e mezzo, ma sarei tiratissimo anche con gli originali - sarà che nato negli anni Novanta, sensiente nei Duemila, quando li ho visti già parevano datatelli. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, questi giovinastri irrispettosi T__T A me ti dirò che, al netto della presenza degli originali, non ha detto nulla né la parte nuova della trama né l'alchimia tra le quattro: a 'sti punti, per vedere un Ghostbusters simile, mi ammazzo di commedie alla Paul Feig, appunto XD

      Elimina
  8. Credo di vederlo prossimamente... Ma ho capito una cosa: questo reboot non è davvero necessario... Che possa piacere o no!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro, dopo aver letto la proposta di sceneggiatura di Max Landis pubblicata su internet mi viene voglia di cancellare il post e di scriverne uno fatto solo di insulti...

      Elimina
  9. Avrei voluto fortissimo che mi piacesse, ma in italiano era inascoltabile, e tralasciando il doppiaggio mi ha fatta crollare dopo una mezzoretta. Peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari mi fossi addormentata io, guarda! E' che con i pargoli era impossibile :P

      Elimina
  10. Premessa: io sono cresciuta solo col mito infantile della serie animata, i film dei Ghostbusters quando ero piccola erano già abbastanza vecchiotti e non mi avevano mai ispirata granché. Ho recuperato di recente il primo e mi é piaciuto, ma manco di tutto l'effetto nostalgia tipico di chi ha vissuto il fenomeno negli anni '80.
    Detto questo, sono andata a vederlo temendo il peggio, avendo letto un oceano di recensioni negative che lo massacravano... sarà che sono partita con aspettative bassissime, ma mi sono divertita e mi é piaciuto. Le battute le ho trovate anche pregevoli, in un paio di sequenze addirittura mi sono piegata sulla poltrona dal ridere. xD Magari sono io che ho un senso dell'umorismo strano, ma mi hanno divertita molto di più le nuove Ghostbusters delle battutine tristi in Deadpool.
    Credo di essere stata anche una dei pochissimi ad aver adorato come Chris Hemsworth riesca a recitare la parte dello svampito fumato completo. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende dal tipo di umorismo che si apprezza: in contesti come quello di Ghostbusters o Deadpool preferisco un'ironia caustica e "adulta", qui siamo più a livello commedia da sabato sera, quindi è semplicemente una questione di gusti. Detto questo, ho odiato il personaggio di Hemsworth ma lui è fantastico, credo siano pochi gli attori capaci di annullare a questo modo il loro QI XD

      Elimina
    2. Sì, la comicità é diversa per ognuno di noi. Io per esempio non riesco a capire quelli che ridono per i film di Zalone, ma d'altronde conosco persone a cui Aldo, Giovanni e Giacomo (che adoro) non hanno mai strappato una risata.
      Io ogni volta che c'era in scena Chris Hemsworth ridevo come una scema. XD

      Elimina
    3. Siamo in due, Zalone mi mette addosso tristezza, altroché!!

      Elimina
  11. Meh, io se lo vedrò sarà a casa. Sono un po' curiosa per via delle polemiche ma quasi solo per quelle, visto che non amo nemmeno l'originale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non sei fan sfegatata dell'originale potrebbe anche piacerti, alla fine come intrattenimento è innocuo :)

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...