domenica 3 novembre 2013

Smiley (2012)

Halloween è passato ma per festeggiarlo degnamente in Italia hanno fatto uscire un horror al cinema. Peccato che la scelta, con tutti i film di genere usciti in America in questi ultimi due anni, sia caduta su Smiley, diretto nel 2012 dal regista Michael J. Gallagher.


Trama: una ragazza con alle spalle un passato di turbe psichiche va al college e viene a conoscenza di una leggenda metropolitana incentrata sulla figura di Smiley, il killer delle chat. Quando la leggenda diventerà troppo reale, la poveraccia si ritroverà a dover combattere per il suo equilibrio mentale e anche per sopravvivere...

Effetto vomito, tipico dello spettatore dopo la visione di Smiley
La recensione di quel capolavoro di Smiley sarà molto breve e sommaria soprattutto perché, sopraffatta dalla qualità sopraffina della pellicola in questione, dopo il secondo tempo sono caduta addormentata per almeno 10 minuti e mi sono risvegliata grazie a mia madre che, dalla cucina, si è messa a dire "E basta con questi urli, guarda che su la nonna si sveglia!!". Ma beata la nonna, ché io avrei invece continuato a dormire tranquilla e ignara fino alla fine del film, risparmiandomi così un finale che, forse, nelle intenzioni degli sceneggiatori avrebbe dovuto essere furbissimo e invece era telefonato tipo dall'estate del 1990. Mi sarei risparmiata dei pipponi inenarrabili sul male universale, individuale, metafisico e internettiano o gli urli isterici e strozzati della scream queen di turno o persino un'improbabile panegirico sulla fama costruita o chissà cos'altro perché, giuro, davanti a Smiley anche la mia capacità di capire l'inglese senza sottotitoli è venuta meno. E invece no. Dieci minuti di pace e poi via, di nuovo all'inferno. Perché se mi devo fare del male, meglio farlo fino in fondo. E, a dire il vero, mi sarebbe persino piaciuto essere trollona come i protagonisti del film e convincere gli eventuali lettori di questo post a guardare Smiley decantandone le lodi, così, per trastullo e diletto. Invece sono troppo buona.

L'urlo che sveglia la nonna
Smiley è una merda, anzi, Lammerda©. Perché è stato distribuito in Italia? Beh, perché no, tanto siamo un popolo di boccaloni, io per prima. Innanzitutto è diretto da schifo. Anzi, è diretto come potrebbe esserlo una qualsiasi ficscion televisiva ma in più ha l'aggravante di avere una fotografia talmente torbida che al confronto le foto prese col mio telefonino sono più guardabili. Un tentativo (fallito) di dare un minimo di realismo alla cosa, tipo "cinema verité"? Ciò spiegherebbe perché gli attori siano uno più cane, cesso e verbalmente handicappato dell'altro, tanto che, probabilmente, sarebbe meglio guardare la pellicola in italiano sperando che i doppiatori ci abbiano messo una pezza. Che poi, poverina, non è tanto la protagonista ad essere malvagia, quanto i comprimari, scelti credo tramite una lotteria a cui hanno partecipato le peggio comparse di Hollywood o i primi strepponi che passavano per strada. E poi, vabbé, c'è Smiley. Anzi, no, prima ci sono quei poveri disgraziéti di Keith David e Roger Bart che hanno preso le loro carriere già traballanti e le hanno definitivamente buttate nel gabinetto, POI c'è Smiley: un'occasione di critica sociale clamorosamente mancata, un killer evocato dalla mancanza di cervello di un branco di ragazzini che sembrano la parodia di loro stessi, un pasticciaccio brutto che gli sceneggiatori non sapevano come gestire (non avete idea di quante volte cambi la natura del killer, presunta o reale che sia: qui non si parla di "twist della trama" ma di non sapere che direzione farle prendere) e gli "esperti" del make-up non sapevano come realizzare (non avete idea di quante volte cambi LA FACCIA del killer).


La domanda, quindi, permane. Perché l'ho guardato tutto? Eh beh...

I did it for the lulz
I did it for the lulz
I did it for the lulz

E se adesso Smiley mi compare alle spalle, giuro che gli tiro un calcio nei maroni.

Seh, ciao. Vai a lavorare, vah. Barbone.
Di Roger Bart (il professor Clayton) e Keith David (Diamond) ho già parlato ai rispettivi link.

Michael J. Gallagher è il regista e co-sceneggiatore della pellicola. Americano, è al suo primo (e speriamo ultimo) lungometraggio, girato dopo vari corti ed episodi di serie televisive. Anche attore e produttore, ha 25 anni.


Uno dei protagonisti, il più sfigato, tale Shane Dawson (che interpreta l'amorazzo della protagonista, Binder), pare sia diventato una star del web grazie al suo canale Youtube, dove, tra le altre cose, fa la parodia delle canzoni più in voga del momento. Se ne avete voglia dategli un'occhiata, io non me la sento. Non posso nemmeno consigliarvi altri film da guardare perché non riesco a credere che a qualcuno 'sta rumenta possa essere piaciuta, quindi vi saluto... ENJOY!

27 commenti:

  1. Il film sara lammerda (ovviamente non l'ho visto ne ho intenzione di farlo, che già non mi piacciono gli horror belli, figurati quelli brutti), ma la tua recensione è ottima.
    Senti, ma al povero Smiley cos'è successo per andare in giro con quella faccia rammendata lì?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto grazie :)
      Il povero smiley invece, se non ho capito male le prime battute di una mocciosa saccente, se li è fatti da solo sti tagli, giusto per risultare più inquietante (e ciò ti può dar da pensare...)!

      Elimina
  2. Recensione da sballo, concordo con Poison. Del film avevo letto malissimo quindi passo piu' che volentieri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sono qui apposta! :P Evita, evita!

      Elimina
  3. Ciao cuginastra!!
    Ahaha!
    Rido perché anche Nocturno Cinema l'ha massacrato, sto film, dicendo che si salva giusto la maschera di Smiley :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La maschera non posticcia è valida. Le altre sono imbarazzanti. E viva Nocturno! :P

      Elimina
  4. Forse forse sei stata più cattiva di me... comunque ti assicuro che il doppiaggio è uno tra i più irritanti mai sentiti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più cattiva? Unbelievable. E unbeliavable anche il doppiaggio italiano allora XD

      Elimina
  5. Io è da un paio d'anni che vedo il trailer sul tubo. Un po' di curiosità nel vederlo resta, ma è più per togliermi lo sfizio, si capisce fin da subito che è una merda - anzi, lammerda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardalo, guardalo. Poi vengo a leggere la tua recensione!

      Elimina
    2. Visto!
      ...
      Mamma mia che merda.
      E che vogliamo dire della protagonista cerebrolesa con quella sua espressione da ************?

      Elimina
    3. Che poi, davvero, era l'unica lì in mezzo a cavarsela, il che è tutto dire. Più che altro è l'amica 40enne che va ancora al college che mi ha perplessa...!

      Elimina
  6. Vabhè... non è che ci aspettassi molto da una trama così :)
    E sai che il genere non lo apprezzo
    Ahahaah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, comunque. Nella trama mi sono trattenuta, questo film meritava un "cineracconto" a sé stante XD

      Elimina
  7. a Smiley gli hanno trapiantato il chiulo in faccia ? LO DEVO ASSOLUTAMENTE VEDERE...questo tipo di spazzatura è ossiigeno per i miei neuroni avvizziti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma è rumenta pesante, eh. Per dire, l'elemento trash è solo la faccia da chiulo, il resto è noia XD

      Elimina
  8. film bruttarello, però c'è di peggio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente c'è di peggio ma non voglio sapere! :D

      Elimina
  9. Mi basta sapere che ti sei addormentata durante la visione per capire che il film non fa per me. :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente un horror non dovrebbe conciliare il sonno per quanto tu sia stanco. Anzi XD

      Elimina
  10. Grande Erika, l'ha pettinato alla grande!

    E io l'ho pure visto al cinema...
    Credo sia il primo 3,5 che piazzo a un film visto in sala.
    Grande rece!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! :)
      Per una volta sono contenta della pessima distribuzione toccata al mio paese, se l'avessi visto in sala credo sarei stata ancora più cattiva!

      Elimina
  11. grandissima, concordo in pieno, un film orrendo, x fortuna io lo vidi gratis l'anno scorso in versione subbata, e trovo rivoltante il fatto che ci son tante pellicole ottimo che in italia arrivan solo in dvd (quando va bene) e sta diarrea è uscita al cinema

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho visto anche io aggratise, ma senza i sub, non sono riuscita a trovarne. Oh beh, poco danno per noi, è andata peggio agli sventurati che lo hanno visto al cinema...

      Elimina
  12. Dai lo vedrò solo per avere un titolo in più nella classifica dei miei flop dell'anno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eddai Nico, ti vuoi proprio così male...? :P

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...