martedì 3 luglio 2012

Papà, ho trovato un amico (1991)

Tra i pochi film che mi portano a piangere come un’ossessa c’è senza dubbio Papà, ho trovato un amico (My Girl), diretto nel 1991 dal regista Howard Zieff.


Trama: Vada è un’undicenne che vive col padre e la nonna all’interno di una ditta di pompe funebri, il che la porta a soffrire di varie ed improbabili malattie immaginarie, ovviamente mortali. Nonostante questo, grazie all’amicizia del piccolo Thomas J. le sue giornate trascorrono più o meno serene…


Papà, ho trovato un amico è un film parecchio peculiare. Nonostante la qualità poco più che televisiva della regia, della fotografia e della generale messinscena, è una pellicola che mi è entrata nel cuore e che rivedo spesso e volentieri, tanto da essere arrivata a comprarmi persino il DVD. Molto probabilmente una parte di me ( la stessa che mi ha spinta a comprare la colonna sonora di Edward mani di forbice) è profondamente masochista perché, nonostante io  sappia il film praticamente a memoria e sia quindi consapevole di quello che mi aspetta verso il finale, continuo imperterrita a guardarlo e a piangere tutte le mie lacrime. Papà, ho trovato un amico è infatti una di quelle pellicole bastarde, che si presentano come un film per famiglie incentrato sulla crescita della protagonista e che, tuttavia, usano la tragedia come catalizzatore del passaggio dall’infanzia all’adolescenza, inserendola alla traditora quando meno ce lo si aspetta.


Detto questo, è ovvio che Papà, ho trovato un amico trovi in suo punto di forza nella natura dolceamara della storia che racconta e, soprattutto, nella bravura degli interpreti. La piccola Anna Chlumsky, qui al suo primo film, ispira una tenerezza incredibile: lungi dall’essere una di quelle ragazzine bambolotte che andrebbero per la maggiore in produzioni simili, il suo faccino espressivo e la sua disincantata, innocente ed ingenua voce narrante diventano il cuore stesso del film, pur senza rubare totalmente la scena agli altri comprimari, ugualmente importanti. Maculay Cuilkin ha un ruolo che lo rende stranamente dolcissimo, l’imbolsito Dan Aykroyd è perfetto per la parte di padre-vedovo burbero e incapace di mostrare i propri sentimenti a chi lo circonda, Griffin Dunne è il professore di cui tutte avremmo voluto innamorarci e Jamie Lee Curtis è semplicemente favolosa con le sue mise anni ’70. Va da sé che il secondo, ma non meno importante, punto di forza di Papà, ho trovato un amico è la sua ambientazione vintage (siamo all’epoca del secondo mandato di Nixon) abbinata ad una deliziosa colonna sonora. Insomma, non sarà sicuramente uno di quei film che ha fatto la storia del cinema, ma sicuramente Papà, ho trovato un amico si è conquistato un posto nel mio cuore ed è per questo che mi sento di consigliarlo a chiunque cercasse una pellicola per famiglie che sia divertente, commovente ma non stupida o banale.


Di Dan Aykroyd (Harry), Jamie Lee Curtis (Shelly), Richard Masur (Phil) e Griffin Dunne (Mr. Bixler) ho già parlato nei rispettivi link.

Howard Zieff è il regista della pellicola. Americano, ha diretto pellicole come Soldato Julia agli ordini, 4 pazzi in libertà e il seguito di Papà ho trovato un amico, Il mio primo bacio. Anche produttore, è morto nel 2009,  all’età di 81 anni.


Anna Chlumsky interpreta Vada. Americana, ha partecipato a film come Io e zio Buck e Il mio primo bacio. Ha 32 anni e due film in uscita. 


Macaulay Culkin (vero nome Macaulay Carson Culkin) interpreta Thomas J. Ammorbante e famosissimo bambino prodigio negli anni ’90, questo attore americano ha subito l’infame destino che tocca alla maggior parte delle giovani star, finire nel dimenticatoio dopo essere passati attraverso un’adolescenza fatta di droga, eccessi ed arresti. Ma noi vogliamo ricordarlo con quella sua faccetta da schiaffi in film a loro modo belli come Io e zio Buck, Mamma ho perso l’aereo, Mamma ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York e per altre ciofeconze come L’innocenza del diavolo, Pagemaster – L’avventura meravigliosa e Richie Rich – Il più ricco del mondo. In tempi più recenti ha partecipato alle serie Will & Grace e Robot Chicken. Ha 32 anni.


Se il film vi fosse piaciuto, consiglierei la visione del seguito, Il mio primo bacio, a mio avviso però parecchio inferiore. ENJOY!!

32 commenti:

  1. Babol, mi sono commossa...
    Mi sa tanto che dovrò vedere qs film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Enza, ma non l'hai mai visto?
      Allora sì, devi recuperarlo e guardarlo, assolutamente! *__*

      Elimina
    2. Il primo bacio me lo ricordo, tra l'altro l'ho visto che non è tanto.
      Cercherò di recuperare il primo. Voglio piangere anche io!!!! :)

      Elimina
    3. Ma no dai... è estate, sii allegra!! XD

      Elimina
  2. Uhhhh cosa ti ritrovo!
    E' uno dei film per cui più ho pianto da ragazzina, ma la di là del lato sentimentale anche io ho apprezzato le stesse caratteristiche d ate descritte, compreso,per una volta l'insopportabile bambino di Mamma ho perso l'aereo" (non mi è mai piaciuto!).
    -scopro oggi che i protagonisti hanno la mia età...com'è che sembravano più piccoli?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una domanda che mi sono fatta anche io... forse perché noi italiani lo abbiamo visto quando avevamo almeno uno o due anni più di loro?

      Elimina
    2. Eh già...sicuramente. Ti è piaciuto il seguito?
      meno colpi di scena drammatici - per fortuna- però carino e veritiero anche quello.

      Elimina
    3. Il seguito, lo ammetto, l'ho visto senza seguirlo davvero, quindi ti direi che mi ha un po' delusa.

      Elimina
  3. Si fa ricordare. Credo che si piazzi al secondo posto per numero di bambini traumatizzati, subito dopo Bambi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io devo essere l'unica a non essere rimasta traumatizzata da Bambi. Forse perché l'ho visto non più in tenera età XD In compenso Il re leone mi ha scioccata e non poco!

      Elimina
  4. Allora non sono la sola ad aver pianto come una fontana per questo film! Quando lei chiede che vengano messi gli occhiali al ragazzino nella bara... è straziante!
    Hai ragione tecnicamente non è il massimo, però la storia è particolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io comincio a piangere come una cretina quando lei, distrutta dal dolore, va dal Professore e lui la respinge... povera patata! ç___ç

      Elimina
  5. che hai tirato!!! l'avrò visto milioni di volte ed ero innamoratissimo della ragazzina.
    ESISTE UN SEQUEL?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, e con gli stessi identici protagonisti, lo hanno passato parecchie volte in TV.
      Parla di Vada qualche anno dopo, che viene mandata in vacanza dagli zii perché Jamie Lee ha avuto una gravidanza difficile, o almeno è quello che ricordo visto che l'avrò guardato solo una volta, è molto meglio il primo!

      Elimina
  6. per chi interessa, il seguito si intitola IL MIO PRIMO BACIO.
    Per come ricordo io Vera deve fare un tema sulla madre morta e parte quindi per un viaggio per conoscere persone del suo passato che possono raccontarle qualcosa di lei...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, avevo dimenticato la parte del tema ^__*
      Grazie mille della precisazione!

      Elimina
  7. è da tantissimo che non lo vedo...
    in effetti è parecchio commovente, anche se per quanto mi riguarda mai come un ponte per terabithia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un film, quest'ultimo, che a questi punti non guarderò mai o rischierei la morte!! XD

      Elimina
  8. Oooo l'infanzia, quante volte l'avaro visto. Un ponte per terabithia mi ha commosso solo la prima volta alla seconda visione sono saltati fuori troppi maccosa per comuoversi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello scrivere un post pensando che non lo leggerà nessuno e scoprire invece che un sacco di persone hanno guardato e amato Papà ho trovato un amico *__*
      E adesso sto Ponte per Terabithia mi incuriosisce...

      Elimina
  9. cavolo...questo film,ma quanto ho pianto?
    concordo in tutto e per tutto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'altra vittima di Papà ho trovato un amico :PPP
      Adesso mi tocca rivedere e recensire anche il seguito XD

      Elimina
  10. Vengo a curiosare e mi vedo in homepage uno dei film più traumatici della vita X_X Avevo rimosso il titolo (credo il mio subconoscio l'abbia fatto apposta), ma questo film credo sia stato uno dei più tremendi (in senso perversamente positio) di tutta la mia prima infanzia. Fai conto che penso di averci fatto gli incubi: non sono sicura che lo comprerei (proprio per evitare di finire a riguardarlo ogni volta che mi sento giù e ho l'istinto a star peggio <_<), ma di sicuro non me lo dimenticherei mai e poi mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah questo si chiama davvero trauma infantile!
      Io l'ho comprato proprio perché ogni tanto mi piace farmi del male, per lo stesso motivo per cui ho anche Edward mani di forbice, Roma città aperta, Non lasciarmi... roba bellissima ma traumatica!!
      Grazie per essere passata ^__^

      Elimina
  11. Ma allora, anche la "Bolla" ha un cuore??? XD Concordo in pieno su tutto, altro che film per le famiglie, è stato un trauma vero e proprio. Tanto che il mio terrore delle api fin da bambina non mi lascia più, e vuoi vedere che non sia proprio colpa del film in qUestione??? E poi la dolcezza di queste due giovani stelle...esattamente così, un film che ti porti nel cuore e che manda all'aria tutti i criteri e le logiche di un buon cinefilo-critico...qui c'è in ballo qualcosa che va oltre lo schermo, e anche questo si sa, è CINEMA!!! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene sì anche la Bolla ha un cuore, che credi? u__u
      Sono più le volte che ho un fazzoletto in mano, al cinema, che altro!
      Comunque anche a me terrorizzano le api, vuoi vedere che è davvero a causa di questo film??? o__O
      Comunque concordo in pieno, il cinema è soprattutto legato al sentimento, a prescindere dalla qualità artistica o meno, se un film lascia qualcosa allo spettatore è sicuramente grande cinema!!

      Elimina
  12. Mah..e allora lo scarico va!^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che ti possa piacere ^__^
      Come commedia senza troppe pretese è molto piacevole!

      Elimina
  13. Film stupendo, commovente come pochi.
    E Anna Chlumsky, adorabile.
    Anche la coppia Curtis-Aykroyd l'ho trovata eccezionale.

    RispondiElimina
  14. Ho appena rivisto per l'ennesima volta 'Papà ho trovato un'amico' e volevo farti i complimenti per le parole che hai usato per descrivere il film... Non potevi dire una cosa migliore di 'ha conquistato un posto nel mio cuore '... La
    Stessa cosa vale per me! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver letto il post!
      Sono contenta di condividere la passione per questo film adorabile con più persone di quanto credessi!

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...