lunedì 17 dicembre 2012

Bolla's Top 5 - Oh che gelida manina!

Finalmente è arrivato il tanto sospirato freddo!! Per riscaldarci un po', visto che negli USA non sono usciti film degni di nota a parte Lo Hobbit (e anche perché questa rubrica è stata praticamente abbandonata a se stessa da un anno a questa parte) ecco la mia personalissima Top 5 delle morti al freddo, che coniuga due dei colori più poetici e filmabili che esistano al mondo: il bianco della neve e il rosso del sangue, che poi sono anche i colori dell'amabile ciccione con la barba bianca. OH-OH-OOOH! quindi e.... ENJOY!!

Ah, il post contiene ovvi SPOILER, uomo avvisato....


5. Lasciami entrare (Låt den rätte komma in, 2008)
La delicata storia d'amore tra il giovane Oskar e la vampiretta Eli, un racconto di amore e morte così disperato e struggente che Stephanie Meyers e il suo Twilight dovrebbero andarsi a nascondere in fondo a un crepaccio. Le fredde, ovattate strade innevate di un paesino della Svezia sono una componente imprescindibile del film, così come i piedi nudi di Eli che affondano nella neve e il bianco che, d'improvviso, si tinge del rosso del dolore, del sangue e della morte. Da recuperare anche il remake americano, Blood Story, con una splendida Chloe Moretz.


4. L'insaziabile (Ravenous, 1999)
Una particolarissima perla horror graziata dalle musiche di Damon Albarn e Michael Nyman, dove la neve si tinge del sangue dei soldati in guerra e dei superstiti vittime dell'affascinante, spietato e terribile cannibale interpretato da Robert Carlyle. Un gioiello di humor nero e horror, da recuperare assolutamente.


3. Fargo (Fargo, 1996)
La banalità del male, immersa in una delle cittadine più provinciali d'America, dove tutti si conoscono e tutti sono amici. Una grottesca commedia nera che, nel giro di mezz'ora, vira in una delle macellate più folli mai viste in campo non horror, con i fratelli Coen che usano il sangue come vernice e il bianco immaccolato delle nevi di Fargo come una tavolozza. Grandissimi interpreti, a partire da un'incinta Frances McDormand per finire con l'imbambolato e sfigatissimo William H. Macy. Un altro, imperdibile capolavoro.


2. La cosa (The Thing, 1982)
L'apoteosi della paranoia da isolamento, l'impossibilità di fuggire da un alieno mutaforma e di cercare aiuti esterni in quello che, letteralmente, è un inferno bianco. John Carpenter firma uno dei suoi capolavori, remake di un vecchio film di fantascienza anni '50, infilando i protagonisti in una delle situazioni più brutte mai concepite da mente umana. Un classico imprescindibile.


1. Shining (The Shining, 1980)
Cosa c'è di peggio che rimanere bloccati in un hotel con un padre e marito completamente folle, a rischio di beccarsi anche qualche fantasma poco amichevole? Eh beh, rimanere bloccati d'inverno, con la neve che arriva a toccare quasi le finestre, i gatti delle nevi manomessi, un freddo incredibile che gela fin dentro le ossa e la bufera che impedisce le comunicazioni esterne. Il capolavoro di Stanley Kubrick, da un romanzo del re King, tutto l'orrore di un inseguimento in un labirinto di neve e ghiaccio e uno dei finali più ansiogeni della storia del cinema.


Come fuori classifica, anche perché non era propriamente inverno, vorrei anche ricordare il meraviglioso duello tra La Sposa e O-Ren Ishii sul finale di Kill Bill Vol. 1, una sanguinosa, elegantissima e cruenta battaglia a filo di spada sulle note della fighissima Don't Let Me Be Misunderstood. Un cult imprescindibile!!

17 commenti:

  1. Che figa questa classifica! Mi piace davvero davvero u.u tra queste la mia preferita è la terza posizione, più per affezionaggine al fratellini che per altro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Volevo stilarla da un po' di tempo, in effetti.

      Eh beh, Fargo è il capolavoro dei Coen e non si discute!!

      Elimina
  2. A me viene in mente anche 30 giorni di buio:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mi fosse piaciuto come film lo avrei inserito, ma non rientra davvero tra i miei horror preferiti!

      Elimina
  3. L'insaziabile è un vero gioiellino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, un'altra estimatrice!! *__*

      Elimina
  4. Vabbè, credo che questa sia la classifica perfetta, tutti film tra il capolavoro e l'ottimo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici che mi piace vincere facile...? :-P
      Ponci, ponci, po-po-po! XD

      Elimina
  5. Scorrendola pensavo: "E Fargo dov'è??" poi: "Ma come, solo il terzo posto?" infine: "che gaffe! Shining se lo merita di più... ma ma... anche Kill Bill, vero!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah effettivamente ci ho riflettuto moltissimo su come fare questa classifica... meritavano tutti lo stesso posto, il primo! Almeno nel mio cuore.. u__u

      Elimina
  6. Ciao! In quanto candidato al premio dedicato al miglior blog di cinema, ti invito a votare qui:
    http://hovogliadicinema.blogspot.it/2012/12/miglior-blog-di-cinema-votate.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, vado subito a votare ^__^

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. bel blog...vieni su nonsoloci.blogspot.it..e intanto ti aggiungo ai preferiti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Intanto vado a dare un'occhiata al tuo!

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...